Italiani all’estero e sicurezza, dalla Lega una mozione per promuovere l’app della Farnesina

“Divulgare il più possibile la possibilità per tutti i cittadini di accedere alla nuova applicazione digitale dell’Unità di crisi del ministero degli Affari esteri scaricabile sul sito internet www.dovesiamonelmondo.it”

“L’attenzione dello Stato verso le comunità che lo compongono non si misura solo nella sicurezza reale delle nostre città, di quella economica e sociale che deve caratterizzare i rapporti economici e le reti di welfare domestico, ma anche sulla sua capacità di proteggere i suoi cittadini quando varcano i confini nazionali. Prevenire, informare, conoscere prima, diventa in questo particolare frangente ancora più vitale, migliorando le possibilità concrete di intervento da parte della Farnesina”. Così, in una nota, il deputato Eugenio Zoffili, capogruppo della Lega in commissione Affari esteri e presidente della bicamerale Schengen, Europol e Immigrazione.

“Per questo motivo, insieme agli altri colleghi leghisti della commissione Affari esteri, abbiamo presentato una mozione alla Camera dei deputati per stimolare il Governo ad approfittare di questa fase dedicata ‘al disbrigo degli affari correnti’ in modo da divulgare il più possibile la possibilità per tutti i cittadini di accedere alla nuova applicazione digitale dell’Unità di crisi del ministero degli Affari esteri scaricabile sul sito internet www.dovesiamonelmondo.it – spiega Zoffili – Uno strumento all’avanguardia in aggiornamento costante e che può salvare la vita concepito grazie all’alta professionalità e dedizione del team della nostra Unità di crisi riconosciuti a livello internazionale che integra in un unico agile strumento fruibile gratuitamente su cellulare, tablet e pc tanto le informazioni puntualmente aggiornate sulla situazione nelle varie aree del mondo, tanto i servizi di tracciamento dei movimenti dei nostri connazionali, con particolare attenzione sia a questioni più ordinarie sia a casi più delicati come informare tempestivamente di rischi e pericoli che potrebbero sorgere nel corso della loro permanenza all’ estero. Un servizio utile e indispensabile che rappresenta certamente un patrimonio di sicurezza e professionalità ad altissimo livello messo a disposizione di tutti i cittadini e che deve essere promosso e divulgato con più convinzione e azioni concrete da questo Governo”.

“Nello specifico tra le proposte chiediamo di implementare le campagne di comunicazione istituzionale sui media e sui social, nelle sedi istituzionali in Italia e diplomatiche all’estero, di inserire istruzioni dedicate sui nuovi passaporti per registrare il proprio viaggio e di implementare l’app con la possibilità per gli utenti di inserire le informazioni relative alle assicurazioni stipulate per i viaggi, oltre a una campagna da avviare nelle scuole tra i giovani”, conclude il deputato della Lega.