Italiani all’estero, Razzi (PdL) a Medjugorje: ‘prego per chi non crede’

Antonio Razzi non smette mai di sorprendere. Il senatore del PdL – entrato in Parlamento per la prima volta nel 2006 con l’Italia dei Valori e poi avvicinatosi alla maggioranza berlusconiana nella scorsa legislatura – è in questi giorni in visita privata a Medjugorje. Su Facebook, Razzi – che nel 2006 e nel 2008 è stato eletto dopo essersi candidato nella ripartizione estera Europa – sta postando delle fotografie con alcuni dei veggenti più conosciuti di Medjugorje. Nello scatto che vi proponiamo in questo articolo lo vedete insieme alla veggente Vicka.

Ci domandiamo se Razzi abbia scelto di recarsi dalla Madonna di Medjugorje per chiederle di rivelargli quale sia il futuro del Popolo della Libertà, visto che in questo periodo fra un ritorno al passato e uno sguardo al futuro il partito di via dell’Umiltà è in piena trasformazione.

Certo che a leggere i commenti che gli utenti Facebook pubblicano sulle foto postate da Razzi viene da sorridere. Perché? Beh, leggete cosa scrive Federico Povegliano: “Antò, quand’è che pure sta volta darai la spallata per far cadere il governo? Oh, mi raccomando fai bene i calcoli per il tuo vitalizio, eh!”. Si vede che il famoso “sono in Parlamento per farmi i cazzi miei” pronunciato da Razzi non si dimentica facilmente… Ma lui, il senatore, è di animo buono, e replica: “Sono a pregare per quelle persone che non credono e che dicono cose insensate…”. Ed ecco allora che nel dibattito si inserisce Alfonso Di Fraia: “Dovrebbe pregare San Berlusconi che le ha permesso di VENDERSI!”. Malpensante, Alfonso.