Italiani all’estero, il MAIE di Merlo con Verdini alla Camera? – di Ricky Filosa

Finita la pausa estiva, ricomincia la frenetica attività politica all’interno del Palazzo. E l’autunno potrebbe iniziare con diverse novità, a livello parlamentare. Una di queste potrebbe essere la nascita di un nuovo schieramento alla Camera, quello tra il MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero e l’Ala, Alleanza Liberalpopolare per le autonomie, gruppo fondato dall’ex coordinatore di Forza Italia Denis Verdini.

Tutto è ancora in alto mare, ma certo è che se ne sta parlando proprio in queste ore. Il fondatore e presidente del MAIE, l’On. Ricardo Merlo, per ora ha la bocca cucita, ma a chi gli sta più vicino spiega che la possibilità di creare un gruppo più grande darebbe agli italiani all’estero più forza in Parlamento e maggiore visibilità e potere di negoziazione sui tavoli politici. E comunque, aggiunge Merlo parlando con i suoi, “a Verdini ho detto chiaro che il MAIE manterrebbe la propria autonomia: noi siamo all’opposizione di questo governo, dalla parte degli italiani all’estero sempre e comunque”. Del resto Merlo ha ribadito più volte che il governo Renzi, per ciò che riguarda gli italiani nel mondo, “è il peggiore della Storia, persino peggio di quello Berlusconi”, dunque da questo punto di vista "è impossibile sostenere il governo Renzi".

GUARDA LA NOSTRA VIDEO-INTERVISTA A RICARDO MERLO

Sulle riforme, tuttavia, il discorso è diverso. Il MAIE si prepara a votarle, “perché l’Italia deve andare avanti, perché il bicameralismo va superato”. Del resto il Movimento ha già detto sì in passato alle riforme costituzionali di Renzi e anche al Jobs Act. E comunque, spiega ancora Merlo ai suoi contatti più stretti, “creare un nuovo gruppo con Verdini non ha nulla a che vedere con eventuali alleanze alle future elezioni politiche, quando ci saranno”.

Nulla in ogni caso è ancora deciso, sottolineiamo ancora una volta. E’ giusto ricordare che tra il MAIE e Forza Italia nei mesi scorsi c’è stato un avvicinamento. Merlo ha incontrato più volte il senatore Vittorio Pessina, responsabile italiani all’estero Fi. Incontri che sono serviti a conoscersi meglio, a scambiarsi opinioni sui temi più vicini al mondo dell’emigrazione, ma anche a valutare l’ipotesi di una alleanza futura, basata su idee e programmi certi a favore dei connazionali residenti all’estero. Tuttavia, Berlusconi – che nei giorni scorsi ha incontrato Pessina (presto ne parleremo su ItaliaChiamaItalia) – al momento, al di là delle buone intenzioni, non pare avere ancora le idee chiare per quanto riguarda la politica da adottare nei confronti degli italiani oltre confine. E un incontro tra il Cavaliere e Ricardo Merlo ancora non c’è stato. Eppure di una ipotesi di alleanza tra MAIE e Fi si parla da oltre un anno ormai.

A giorni Merlo e Pessina dovrebbero tornare a vedersi. Intanto però c’è Verdini a corteggiare il deputato italo-argentino… 

Twitter @rickyfilosa