Italiani all’estero, il M5S alla ricerca di un consigliere CGIE – di Emanuele Esposito

Il Movimento Cinque Stelle deve nominare un componente del Comitato Generale degli Italiani all’estero. E lo ha comunicato attraverso un suo annuncio sulla pagina Facebook della Commissione Affari Esteri e Comunitari.

"I partiti stanno nominando i loro amici, noi ci rivolgiamo a te, se per lavoro o per esperienze di vita ti sei interessato alle questioni legate agli italiani all’estero, ai loro problemi, alle loro istituzioni e organi di rappresentanza compila questo form http://goo.gl/forms/1SDK0BDJb3 entro le ore 13:00 del 22 ottobre 2015. Selezioneremo un candidato per rappresentarci in questa sede. Ci scusiamo per il brevissimo preavviso dovuto alla cattiva comunicazione col Ministero".

Ci scusiamo per il brevissimo preavviso? Ma come? Un componente della commissione Affari Esteri non sa che il 26 settembre scorso ci sono state le elezioni del rinnovo del CGIE, e non sa che ad aprile c’è stato, dopo undici anni, il rinnovo dei Comites che automaticamente apre al rinnovo dello stesso CGIE per legge?!

La mia meraviglia è grande: hanno aperto le candidature per questa posizione che per legge spetta ad ogni partito o movimento e l’hanno comunicato alle 1.38 di mattina del 22 ottobre con scadenza per lo stesso giorno alle ore 13.

Meno di 12 ore per dar modo a tutti gli attivisti di candidarsi? È questa la tanto decantata democrazia partecipativa? E chi e’ stato scelto? Ad oggi non si hanno notizie al riguardo.

Anche questo e’ stato uno dei motivi che mi hanno spinto ad andare via dal movimento, e a chi mi chiama millantatore voglio chiedere se lui sa, visto che si e’ candidato come me alle parlamentarie europee, quali sono stati i risultati; mi farebbe molto piacere sapere se almeno ho preso il mio voto. Il M5S e’ lontanissimo dalla realtà degli italiani nel mondo, ne possiamo discutere fino allo sfinimento ma il risultato non cambia.

Componenti delle commissione esteri che non sono al corrente delle votazioni per l’organo forse più conosciuto della commissione esteri, visto che ci lavorano insieme? Stupefacente! Se vogliamo parlare seriamente senza fare demagogia, ci dicano i vari componenti della commissione Affari Esteri cosa ne pensano dell’IMU per gli italiani all’estero, dei tagli previsti nella prossima legge di stabilità, dei COMITES e del CGIE.

Aggiungo che le battaglie non hanno una sola direzione: giorni fa Ornella Bertorotta, Portavoce M5S al Senato, attraverso un’interrogazione parlamentare ha chiesto al Ministro Gentiloni la riapertura della sede diplomatica della Siria in Italia, ambasciata chiusa nel 2012 dal governo Monti. E non e’ stato speso nemmeno un secondo della loro attività parlamentare per la nostra ambasciata italiana a Santo Domingo chiusa per problemi più interni che politici, lasciando di fatto un’intera comunità senza servizi consolari. Nessuno del M5S ha mosso un dito… perché?

Concludo… e chi ha orecchie per intendere intenda!

"Recitar! Mentre preso dal delirio,

non so più quel che dico,

e quel che faccio!

Eppur è d’uopo, sforzati!

Bah! sei tu forse un uom?

Tu se’ Pagliaccio!

Vesti la giubba,

E la faccia infarina.

La gente paga, e rider vuole qua.

E se Arlecchin t’invola Colombina,

ridi, Pagliaccio, e ognun applaudirà!

Tramuta in lazzi lo spasmo ed il pianto

in una smorfia il singhiozzo e ‘l dolor

Ah, ridi, Pagliaccio,

sul tuo amore infranto!

Ridi del duol, che t’avvelena il cor!