Elezioni Comites, Romagnoli (MdL): “Grazie a chi ci ha dato fiducia, ora al lavoro per gli italiani all’estero”

“Adesso il mio grande auspicio è quello di potervi rappresentare degnamente, al meglio, come vi ho promesso e come mi impegnerò a fare”

Caro elettore, cara elettrice,

desidero esprimere, innanzitutto, il mio sincero ringraziamento e la mia profonda gratitudine per la fiducia e la preferenza ricevuta da tutti Voi, da tutte quelle persone che, votandomi e scegliendo il Movimento delle Libertà, hanno manifestato la loro fiducia al nostro progetto e ai nostri programmi.

Nel momento in cui ho deciso di candidarmi, ero perfettamente consapevole della sfida che mi accingevo ad affrontare. Una sfida difficile da sostenere, in cui siamo stati svantaggiati rispetto alle altre liste concorrenti. Una campagna elettorale affrontata senza fondi, aiuti, sussidi, e nella quale abbiamo tenuto conto esclusivamente delle nostre forze.

Abbiamo fatto il possibile, basandoci solo sul nostro lavoro intenso e silenzioso, svolto, in modo disinteressato, con passione e dedizione nei confronti di tutti i connazionali, principalmente attraverso il nostro sportello solidale di ascolto ed intervento e poi avvalendoci della nostra sede operativa di Bruxelles, dei nostri volontari, sparsi un po’ dappertutto nella capitale europea, in tutto il Belgio e negli altri Paesi europei.

Adesso, il mio grande auspicio è quello di potervi rappresentare degnamente, al meglio, come vi ho promesso e come mi impegnerò a fare.

Un grazie sentito va anche a tutti coloro i quali hanno sostenuto moralmente la nostra campagna elettorale, agli amici più cari, ai nostri familiari, ai fedelissimi del MdL che mi hanno e ci hanno incoraggiato ad accettare questa sfida in nome e per conto dei tanti connazionali lontani, come me, dall’Italia.

A tal proposito, desidero ricordare che, nel mondo, sono presenti e operano più di quattro milioni di italiani e più di sessanta milioni di oriundi. Questi numeri non rappresentano solo meri dati statistici, ma sono espressione, oltre che di affinità, di importanti situazioni economiche e commerciali realizzate e sviluppate proprio dai nostri connazionali. Situazioni di sviluppo e di ricchezza che incarnano, al meglio, le caratteristiche e le virtù dell’italianità nel mondo, riassumibili in capacità d’ingegno e lavorative, in spirito di sacrificio, in doti di forza d’animo, tenacia e fantasia.

On. Massimo Romagnoli, presidente MDL

L’intento che ci spinge è, pertanto, quello di mirare a una sempre maggiore integrazione dei nostri connazionali oltreconfine con l’Italia, di fare avvicinare o riavvicinare le nostre Comunità alla nostra Patria, di favorire le grandi opportunità, le potenzialità esistenti – in termini politici, culturali ed economici – tra il nostro Paese e quello di residenza dei nostri connazionali, grazie proprio alla presenza degli italiani all’estero.

Eletti MdL nel Comites di Bruxelles

Quel che intendiamo riaffermare è che gli italiani all’estero non costituiscono un peso, un problema, un qualcosa di cui addirittura vergognarsi, ma rappresentano, al contrario, un patrimonio ed una ricchezza per il nostro Paese.

Per finire vorrei chiudere dicendo che nella vita politica e nella storia aggiungerei, ci sono Uomini che sono capaci di lasciare il segno per le azioni che compiono, per le battaglie che combattono, per gli ideali che li animano e che perseguono, per l’umanità che incarnano… Ebbene, Noi vogliamo essere questi Uomini!

Il Presidente del Movimento delle Libertà
On. Massimo Romagnoli