COVID | Italiani all’estero? Green pass va scaricato all’arrivo in Italia

Si ottiene una volta giunti in Italia; è necessario consultare la propria Asl o il sito web della propria regione per maggiori dettagli

C’è ancora tanta confusione, tra i nostri italiani all’estero, per quanto riguarda il Green pass. Sono moltissimi i connazionali che continuano contattarci, via mail o social network, per chiedere chiarimenti.

A tutti loro rispondiamo sempre che il Green pass si ottiene una volta giunti in Italia; spieghiamo anche che è necessario consultare la propria Asl o il sito web della propria regione per maggiori dettagli.

L’Arena di Verona, quotidiano veneto, su sollecitazione di una lettrice italiana residente all’estero, per la precisione a Dubai, che denunciava delle difficoltà per ottenere il green pass, ha interrogato a proposito il direttore generale dell’Auls9 scaligera, Pietro Girardi, che ha chiarito la questione spiegando che “nel nostro sito c’è una casella denominata green pass dove ci sono tutte le indicazioni ed i moduli da scaricare per ottenere il green pass; ci sono anche i numeri e gli indirizzi mail utili. Cerchiamo il più possibile di venire incontro ai nostri connazionali”.

Anche Girardi in conclusione ha ribadito “che il green pass va scaricato una volta in Italia e a quel punto è pressoché immediato”.