CORONAVIRUS | Italiani all’estero, Patamia (MdL): “Dobbiamo stare uniti”

L’emergenza determinata dal COVID19 mostra al mondo intero la fluidità dei confini in un mondo globalizzato. Patamia: “Il Governo, le Ambasciate e i Consolati devono stare vicino ai loro connazionali all’estero”

Francesco Patamia, Vice Presidente vicario del Movimento delle Libertà, intervistato dalla nostra redazione, vuole rivolgere un saluto e un incoraggiamento a tutti gli italiani all’estero che stanno vivendo il dramma di non poter tornare a casa per stare vicini ai propri cari o, se tornati a casa, di non poter tornare nello Stato in cui si trova il centro dei propri interessi lavorativi.

Molte sono le conseguenze sul piano economico causate dall’allarme epidemia: la chiusura dei locali commerciali, la cancellazione dei voli aerei da e per l’Italia e l’annullamento degli eventi culturali. Molti gli interrogativi che sorgono dall’attenta osservazione dei fenomeni sociali.

L’ingente danno sul piano della circolazione del denaro e della conoscenza e le discriminazioni subite dagli italiani sono proporzionati all’esigenza di tutelare la salute pubblica? Come si giustifica una concentrazione così elevata nel territorio della penisola, quando al contrario sembra che gli altri Stati riescano a tenere sotto controllo i numeri e i contagi?

“Dobbiamo restare uniti” – ribadisce Francesco Patamia – “rispettando le istituzioni e le indicazioni del Ministero della Salute. Dobbiamo fare squadra e per farlo occorre paradossalmente fare precauzione isolandoci adesso per non rimanere isolati”.

“L’Italia ha grandi potenzialità che tutto il mondo conosce e ammira. Dobbiamo fare in modo che non si abbia paura, che si rilanci il turismo, la ristorazione e la cultura. Il Governo, le Ambasciate e i Consolati devono stare vicino ai loro connazionali all’estero, ascoltarne le istanze e lavorare perché tutto si concluda nel più breve tempo possibile”, conclude Patamia.

Se vuoi sapere di più su Francesco Patamia e sul suo impegno a favore degli italiani all’estero, scrivi a francesco.patamia@movimentodelleliberta.eu o visita il sito www.movimentodelleliberta.eu