CORONAVIRUS | Conte dice che è tutto sotto controllo, ma la verità è che siamo nei guai

Ci domandiamo se chi governa il nostro Paese si renda conto o meno della gravità della situazione. Il Coronavirus è certamente meno mortale della SARS ma è sempre pericoloso, anche perché è più contagioso. Non doveva essere preso sottogamba

Il Coronavirus si sta diffondendo in Italia e purtroppo si contano già diverse vittime. Il paziente “0”, il portatore del virus, è un manager che è stato in Cina e che ha incontrato molte persone. Dunque, la lista dei contagiati si sta allungando di ora in ora.

La Regione Lombardia ha bloccato ogni manifestazione culturale, sportiva e religiosa nel territorio di sua competenza. Per esempio, qui a Roncoferraro, in Provincia di Mantova, ove risiedo, è stata bloccata la presentazione di un libro scritto da Sergio Aldrighi, presidente del Cenacolo Dialettale dei Poeti Mantovani “Al Fogoler”.

Le scuole lombarde saranno chiuse per una settimana.

Ora, quando ci sono delle epidemie di codesto tipo, si debbono fare i cordoni sanitari. Subito. Purtroppo, il nostro governo ha sottovalutato la cosa e ha perso tempo.

Il premier Giuseppe Conte continua a dire che tutto è sotto controllo. Ci si deve domandare se chi governa il nostro Paese si renda conto o meno della gravità della situazione. Il Coronavirus è certamente meno mortale della SARS ma è sempre pericoloso, anche perché è più contagioso. Non doveva essere preso sottogamba.