Compravendita senatori, Forza Italia: da Napoli processi staliniani

"Abbiamo rintracciato l’antecedente storico e ideologico nonche’ il maestro di diritto che ha spiritualmente guidato la requisitoria del pubblico ministero di Napoli, con la richiesta di 5 anni di carcere per Berlusconi, solo perche’ e’ Berlusconi, senza fatti, senza prove, al solo scopo di eliminare fisicamente l’avversario politico. Il sicuro riferimento morale e scientifico della Procura di Napoli e’ il procuratore Andrej Januar’evi Vyinskij. Fu lui a condurre tutti i processi staliniani, e fu il teorico, anche molto pratico, dell’applicazione del marxismo-leninismo alla scienza giuridica". Lo scrive "Il Mattinale", la nota politica redatta dallo staff del gruppo Forza Italia della Camera.

"La Procura di Napoli – si legge – in questo ennesimo processo politico contro il presidente Berlusconi, non usa le stesse parole ma gli stessi metodi. Cerca ad ogni costo un nemico da abbattere, un avversario da sconfiggere, un cane rabbioso da fucilare. E’ troppo. Stalin e’ morto. Perche’ resuscitarlo a Napoli nelle rinnovate vesti del procuratore Vyinskij? E’ una cosa inaccettabile. I processi politici contro Silvio Berlusconi, tutti basati su invenzioni calunniose per l’eliminazione del ‘nemico’ devono finire una volta per tutte".