Cittadinanza italiana, La Marca (Pd) incontra prefetto Rabuano (Viminale)

Il confronto ha riguardato prima di tutto la possibilità di arrivare ad un provvedimento che consenta il recupero della cittadinanza a chi, nato in Italia, l’ha poi perduta

L’On. Francesca La Marca ha incontrato il Prefetto Rosanna Rabuano, Direttore centrale per i diritti civili, la cittadinanza e le minoranze del Ministero dell’Interno per approfondire con l’alto funzionario alcuni aspetti relativi alla questione della cittadinanza italiana, notoriamente una delle più sentite tra gli italiani all’estero e gli italodiscendenti.

In particolare, il confronto ha riguardato prima di tutto la possibilità di arrivare ad un provvedimento che consenta il recupero della cittadinanza a chi, nato in Italia, l’ha poi perduta in Paesi che non consentivano la doppia cittadinanza.

Si è passati, poi, ad esaminare la questione del riconoscimento della cittadinanza per le donne, e per i loro discendenti, che l’hanno perduta per matrimonio con uno straniero, un riconoscimento ormai largamente acquisito a livello giurisdizionale, ma non ancora operativo a livello amministrativo senza una modifica normativa, sia pure di lieve entità.

Ulteriore motivo di approfondimento ha riguardato la certificazione linguistica a livello B1, richiesta dal decreto Sicurezza, per coloro che presentano domanda di cittadinanza per matrimonio, un requisito che sta creando problemi e disagio in particolare tra le coppie miste residenti all’estero e che è stato già motivo di diverse iniziative parlamentari da parte della stessa onorevole La Marca.

Il confronto è stato utile per verificare i margini reali di operatività in ordine ai provvedimenti indicati e per chiarire alcuni aspetti di ordine normativo e procedurale, sia con riferimento alle proposte di legge già presentate, anche da parte della parlamentare, che in vista di provvedimenti che il Governo ha proposto o si propone di avanzare.