Caro Renzi, pensa anche all’Imu degli italiani all’estero – di Nello Passaro

(ANGILLETTA)- MATTEO RENZI CONTESTATO A REGGIO CALABRIA | REGGIO CALABRIA 14/05/2014 - IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO MATTEO RENZI SI È FERMATO A PARLARE CON ALCUNI PRECARI, RIUTINISI IN PROTESTA DAVANTI ALLA PREFETTURA DI REGGIO CALABRIA. L’AZIONE DI PROTESTA È STATA COORDINATA DAI SINDACATI USB CHE HANNO ORGANIZZATO DIVERSI SIT-IN A COSENZA IN PIAZZA PREFETTURA, A CATANZARO IN PIAZZA MATTEOTTI E NELLA STESSA REGGIO. IL PREMIER AVEVA GIÀ ESPRESSO LA SUA VOLONTÀ, DURANTE IL VIAGGIO, DI INCONTRARE I LAVORATORI IN DIFFICOLTÀ. FOTO ANGILLETTA/INFOPHOTO

Caro presidente del Consiglio Matte Renzi, eletto a furore di primarie, Lei si riempie la bocca parlando di riforme. Ebbene, riformi anche il regime fiscale previsto per gli immobili degli italiani all’estero. Lo faccia con la stessa velocità con la quale intende risolvere i problemi nazionali.

Anche noi dall’estero riteniamo che l’Italia abbia bisogno di riforme, ma questo non da oggi, ne siamo consapevoli da quando noi, o meglio, da quando i nostri genitori sono stati costretti a lasciare i nostri paesi per le condizioni economiche dell’Italia che, nostro malgrado, tuttora persistono nonostante anche il nostro modesto contributo.

Noi dall’estero, i nostri genitori, alcuni dei quali ancora in vita, le nostre famiglie, con sacrificio e con amore, abbiamo risparmiato una vita intera, per realizzare o completare le nostre case in Italia, che con altrettanti sforzi continuiamo a mantenere, e che il Suo governo continua, pur vantandosi di promuovere riforme copernicane, vedi PA, a massacrare con una politica fiscale vergognosa.

Ecco, presidente, promuova anche questa di riforma, non certo rivoluzionaria e copernicana, ma altrettanto giusta e doverosa. La faccia in tempi giusti (Lei che tanto valore dà al tempo), ma la faccia!