Berlusconi al Salone del Mobile, “orgoglioso dell’Italia del made in Italy”

Il Cav: "Oggi al Salone del Mobile a Milano ho incontrato tante italiane e tanti italiani con la straordinaria capacita' di interpretare in modo innovativo il presente e reinventare il domani”

Silvio Berlusconi visita il Salone del Mobile alla fiera di Rho-Pero ed è subito un bagno di folla per il leader di Forza Italia. Strette di mano, selfie e fotografia in continuazione. Il Cavaliere è arrivato in elicottero, ha visitato gli stand degli espositori e non si è sottratto alle numerose richieste di fotografie da parte dei visitatori della manifestazione. Silvio ha anche scherzato con una sua sostenitrice, che gli ha detto di averlo sempre voluto vedere da vicino. “Vuole anche che mi spogli?”, ha scherzato l’ex premier.

“Oggi al Salone del Mobile a Milano ho incontrato tante italiane e tanti italiani con la straordinaria capacita’ di interpretare in modo innovativo il presente e reinventare il domani”, scrive il presidente di Berlusconi su Facebook. “Ne sono uscito – aggiunge -, anche visti i numeri dei visitatori in costante crescita, piu’ ottimista per il #futuro. Tra gli stand ho respirato il talento di un’Italia lavoratrice, sognatrice e visionaria che nonostante l’oppressione burocratica e fiscale riesce a trasformare delle materie grezze in vere e proprie meraviglie del #MadeInItaly, apprezzate a livello globale”. “Di questa Italia – conclude Berlusconi – tutti noi dobbiamo essere davvero orgogliosi!”.

“È una responsabilità di tutti gli italiani quella di immaginarsi il futuro in una direzione o nell’altra. In una direzione di sviluppo e di maggior benessere o in una direzione di decrescita che qualcuno ha il coraggio di chiamare anche felice”. Così Berlusconi lanciando una sorta di appello alla ‘responsabilità’ degli elettori in vista di un ritorno al voto e dipingendo quello che secondo lui sarebbe lo scenario in caso si affermazione del M5S. L’uomo di Arcore ha poi ribadito che secondo lui “vale sempre l’equazione meno tasse su famiglie e lavoro”.

Rispondendo a una domanda su possibili alleanze fra le forze di centrodestra: “Di queste cose parleremo più avanti, tanto più che oggi non essendoci ancora una legge elettorale approvata ogni discorso è vano e prematuro”.

Il Cav ha lasciato il Salone del Mobile dopo avere pranzato con un gruppo di imprenditori.