Voto italiani all’estero, Pessina (Fi): “Riforma necessaria, Forza Italia farà le sue proposte”

Vittorio Pessina, responsabile nazionale del dipartimento Italiani all’estero di Forza Italia: “Insediato il Parlamento, proporremo attraverso i nostri parlamentari una vera riforma del voto estero, contenente misure tese a migliorarlo e soprattutto a metterlo in sicurezza”

Sen. Vittorio Pessina, responsabile nazionale del dipartimento Italiani all'estero di Forza Italia

“Le elezioni sono ormai alle nostre spalle, ma ogni giorno che passa aumentano le notizie di brogli elettorali nel voto degli italiani all’estero. I servizi delle Iene e di Striscia la Notizia, oltre a quelli pubblicati sui principali siti d’informazione legati al mondo dell’emigrazione, continuano a evidenziare enormi falle nel meccanismo elettorale con cui votano i nostri connazionali residenti all’estero”. Lo dichiara in una nota il Sen. Vittorio Pessina, responsabile nazionale del dipartimento Italiani all’estero di Forza Italia.

“Da vincitori e non da sconfitti, perché Forza Italia e il centrodestra hanno avuto un ottimo risultato oltre confine in queste Politiche 2018, una volta che il Parlamento si sarà insediato – assicura Pessina -, proporremo attraverso i nostri parlamentari, eletti all’estero e non solo, una vera riforma del voto estero, contenente misure tese a migliorarlo e soprattutto a metterlo in sicurezza”.

“Dal 2006 assistiamo, dopo ogni appuntamento elettorale, a denunce di brogli e irregolarità. Fare finta di nulla è un errore, qui è in gioco la democrazia. Sarà una delle battaglie di Forza Italia quella di fare in modo che il voto dei nostri connazionali sia a prova di brogli”.

LEGGI ANCHE L’EDITORIALE | VITTORIO PESSINA VERO VINCITORE DEL VOTO ESTERO

Secondo Pessina “è necessario snellire il processo elettorale, così come si dovrà iniziare seriamente a considerare il voto nei seggi in quei territori dove sarà possibile farlo. Guardando avanti, sarebbe opportuno studiare fin da subito la possibilità del voto elettronico per i nostri connazionali. Le ipotesi e le soluzioni da adottare possono essere diverse – conclude il senatore -, ma una cosa è certa; Forza Italia si impegnerà al massimo per riformare l’attuale sistema del voto all’estero, che così com’è non può funzionare”.