“Cambio partito”, ecco i “voltagabbana” in Parlamento: record per Nissoli (Fi) e Bueno (Misto)

Quella di cambiare casacca a seconda della propria convenienza è una delle pratiche e abitudini più ignobili dei parlamentari. L’inchiesta di Openpolis e Corriere della Sera

Fucsia Nissoli tra i "voltagabbana" in Parlamento

Cambio partito”, così si intitola un articolo pubblicato sul Corriere della Sera di oggi che fa il punto sui diversi cambi di casacca di deputati e senatori nel corso di questa legislatura.

Sono 46 i deputati persi dal gruppo Civici e innovatori da inizio legislatura, 18 sono invece i senatori persi dal M5S, 32 i deputati guadagnati dal Gruppo Misto.

Ebbene, tra coloro che hanno segnato il record di cambio di gruppo c’è anche una deputata eletta all’estero. E’ l’On. Fucsia Nissoli, da poco passata a Forza Italia, coordinatrice in Nord e Centro America del partito guidato da Silvio Berlusconi.

Nissoli, eletta in quota MAIE con la lista Monti, arriva a Roma e perde la bussola. 54 anni, residente negli States, la signora Nissoli passa da Civici e innovatori al Misto e poi Ci-Democrazia solidale e Forza Italia.

Quella di cambiare casacca a seconda della propria convenienza è una delle pratiche e abitudini più ignobili dei parlamentari. I cittadini elettori sono stanchi di queste perse in giro e hanno sempre dimostrato di non amare certi valzer romani.

Openpolis – Corriere della Sera

Tra i 18 eletti all’estero c’è almeno un’altra deputata che merita di essere menzionata qui e che il Corriere dimentica. E’ l’On. Renata Bueno, anche lei ha cambiato più volte casacca.

Nel 2013 si iscrive al Gruppo Misto, poi alla componente del MAIE, poi a quella dell’USEI, quindi è tornata a iscriversi al Misto e ora fa parte dei Civici e innovatori per l’Italia. Capriole all’infinito.

Lo sapete che ogni deputato che sceglie un nuovo gruppo, al nuovo gruppo porta in dote circa 50mila euro? I quattrini fanno sempre comodo, anche a fine legislatura. Ma quattrini a parte, dove se la mettono la dignità certe persone?

Comments