Angelo Viro (MAIE) al Festival della canzone italiana e al Consolato Generale di New York [FOTO]

“Anche grazie a iniziative come questa si diffonde la nostra lingua nel mondo"

“Ho partecipato con grande piacere al Festival della canzone italiana di New York, New York canta, e ho potuto assistere a uno spettacolo gradevolissimo. Cittadini italiani residenti all’estero sono stati protagonisti di una serata magica: si sono esibiti su un palco tricolore e hanno regalato momenti di gioia a tutti i presenti, in un concorso musicale che ha visto vincere Rita Minelli”. Così in una nota Angelo Viro, vicepresidente Casa de Italia di Santo Domingo e dirigente del MAIE – Movimento Associativo Italiani all’Estero.

Al Festival della canzone italiana di NY Viro ha incontrato diversi rappresentanti delle istituzioni, tra cui Giovanna Giordano, presidente del Comites di Montreal, “uno dei più attivi al mondo”, commenta Angelo Viro sul proprio profilo Facebook.

“La musica, l’arte e le emozioni che ho respirato al Festival di NY sono state davvero toccanti e ritengo che questo appuntamento dell’Italia in USA merita certamente di essere valorizzato, perché l’Italia è prima di tutto lingua e cultura, arte e poesia. Anche grazie a iniziative come questa, anche grazie all’entusiasmo di persone come Tony Di Piazza, che con grande passione e generosità è riuscito a portare questo Festival alla sua decima edizione, si diffonde la nostra lingua nel mondo. Dunque un ringraziamento particolare al Chairman del festival Tony di Piazza e alla squadra di Tony Mule, Stefano Santoro, Salvatore De Castro e la intera Associazione Culturale Italiana di New York.

L’evento ha ricevuto il patrocinio, tra gli altri, del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione internazionale. Molto apprezzato il messaggio inviato per l’occasione dal Console Generale di New York, Francesco Genuardi. Iniziative come questa – conclude Viro – vanno davvero valorizzate in futuro, ancora di più”.

Angelo Viro insieme a Giovanna Giordano, presidente del Comites di Montreal

NESSUN COMMENTO

Comments