Stagione influenzale 2016 sarà più intensa dell’anno scorso

Avremo due nuovi virus. Tosse, dolori muscolari e articolare, naso che cola. Ecco come fare prevenzione

Stiamo per entrare nel mese di ottobre, l’autunno inizierà a farsi sentire presto. E con la stagione più fredda torna il problema dell’influenza. Quest’anno secondo gli esperti la stagione influenzale sara’ piu’ intensa dell’anno scorso: nel 2015 si sono registrati meno di 5 milioni di casi, invece per questo anno la previsione e’ di 6-7 milioni.

Il professor Fabrizio Pregliasco, virologo e ricercatore del Dipartimento di Scienze Biomediche per la Salute dell’Universita’ degli Studi di Milano e direttore sanitario Irccs Galeazzi di Milano, spiega: “Quest’anno avremo due nuovi virus: secondo le previsioni a circolare saranno il virus A/California/7/2009 (H1N1), A/Hong Kong/4801/2014 (H3N2) – nuova variante e B/Brisbane/60/2008 (lineaggio B/Victoria) – nuova variante, presenti nella nuova composizione vaccinale”. “I sintomi influenzali – prosegue Pregliasco – generalmente sono gli stessi di anno in anno. Parliamo di influenza vera e propria quando accusiamo contemporaneamente febbre alta a insorgenza brusca dolori muscolari e articolari, tosse, naso che cola, secrezione nasale, mal di gola. In tutti gli altri casi si parla di infezioni respiratorie acute o sindromi parainfluenzali, come ad esempio il raffreddore, dove i sintomi principali sono il naso otturato e gli starnuti frequenti”.

PREVENZIONE Quali precauzioni usano gli italiani per evitare di prendere l’influenza? Uno su due si copre bene per vincere il freddo e si lava sesso le mani. Le donne spesso modificano la propria dieta attraverso l’assunzione di piu’ vitamine. Il vaccino anti influenzale, invece, e’ utilizzato dal 14,7% del campione maschile e dal 13,4% di quello femminile.