Salvini: “Roma e Napoli meritano di più, presto le libereremo da Raggi e De Magistris”

E a proposito di immigrazione: “La Germania rafforza i controlli alle frontiere e la Francia annuncia una stretta sull'immigrazione. Complimenti al governo sbarchi, tasse e manette!”

Tra gli obiettivi futuri della Lega ci sono Roma e Napoli. Matteo Salvini lo sa bene, dunque non perde occasione per puntare il dito contro l’amministrazione Raggi e quella di De Magistris.

“Meglio che la Raggi torni alla sua professione, ha dimostrato in quasi 4 anni di non essere in grado di fare il sindaco e la Capitale d’Italia merita dignità. #raggidimettiti”, scrive su twitter il leader del Carroccio, che ne ha pure per Zingaretti: “Invece di litigare con Renzi e Di Maio, sarebbe giusto che Zingaretti si occupasse dei problemi dei cittadini a partire dai rifiuti: il Lazio ha il record dei trasferimenti fuori regione dell’immondizia”, “i cittadini del Lazio pagano come e piu’ degli altri per avere un servizio peggiore. Zingaretti e Raggi, due facce della stessa medaglia. Prima vanno a casa e meglio sara’ per i cittadini di Roma e di tutto il Lazio”.

Poi punta il dito contro Luigi De Magistris. Salvini parlando di Napoli racconta di “interi quartieri abbandonati, cantieri bloccati, citta’ sommersa di rifiuti, trasporti inefficienti. Il fallimento di una amministrazione che ha reso Napoli piu’ insicura e inefficiente. Invece di rispondere ai napoletani che gli pagano lo stipendio, scappano dal Comune: il Consiglio comunale avrebbe dovuto votare la mozione di sfiducia per De Magistris. Ma e’ solo una questione di tempo”, conclude l’ex ministro dell’Interno, “presto libereremo anche questa bellissima citta’ da un sindaco incapace. Napoli e i suoi cittadini meritano di più”.

E a proposito di immigrazione: “La Germania rafforza i controlli alle frontiere e la Francia annuncia una stretta sull’immigrazione. Complimenti al governo sbarchi, tasse e manette! In meno di tre mesi di porti aperti ha moltiplicato gli arrivi. Ora si fa umiliare da Parigi e Berlino. Conte-Di Maio-Renzi sono complici o incapaci?”.