Renzi, sosteniamo la candidatura di Roma alle Olimpiadi 2024

Le tappe per la candidatura delle olimpiadi del 2024 (173mm x 108mm)

Matteo Renzi, in occasione della cerimonia dei Collari d’Oro al Coni, ha annunciato che il governo italiano sarà al fianco del Coni "perché da qui al settembre 2015 l’Italia presenti la propria candidatura ai Giochi olimpici 2024". Il premier ha spiegato che si tratterà di "una candidatura che ci riempie il cuore di emozioni, orgoglio e difficoltà: avremo la struttura più all’avanguardia del mondo perché il made in Italy è anche questo. Saremo all’avanguardia su tutte le strutture tecniche dal punto di vista del contenimento della spesa, in un progetto che sarà incentrato su Roma Capitale, ma che poi toccherà alla squadra del Coni riuscire ad allargare rispetto alla proposta del Cio (ovvero quella di allargare i Giochi a più città, ndr): pensiamo di avere un raggio d’azione che consenta alla candidatura di essere credibile, perché con tutto il rispetto per De Coubertin non facciamo questa candidatura per partecipare, la facciamo per vincere".

Il presidente del Consiglio ha anche sottolineato che l’idea dell’esecutivo e del Coni è quella di "mettere insieme le città che più possono aiutare, a partire dal cerchio più vicino a Roma, quindi Firenze, Napoli e la Sardegna. Le modalità con cui tecnicamente questo avverrà saranno nelle disponibilità del comitato promotore che partirà a gennaio sotto l’impulso di Malagò. Faremo di tutto perché questo progetto, che andrà a giudizio nel settembre 2017, possa essere un progetto di cui andare fieri".

"Può succedere di non vincere, di non farcela, ma quel momento deve essere un momento che ci scopra vivi e pronti”, ha aggiunto il premier in conclusione. “Ma l’impegno su ogni singolo punto, centimetro e colpo è l’impegno che rende ognuno di noi una persona. Il governo italiano è pronto per fare la propria parte: pensiamo sia un progetto fatto di grandi persone. Non so se ce la faremo, anche se penso di sì, ma sarà una delle cose più belle che faremo".