“Il M5S non ha alcuna considerazione degli italiani all’estero”

Parla Alessio Tacconi, Pd: “Appare evidente dall'analisi della altrettanto inesistente attività parlamentare dei grillini riguardo alle loro problematiche”

Alessio Tacconi, Pd

“Fa piacere che anche il M5S, con le ultime dichiarazioni dell’On. Di Maio, si sia finalmente accorto, con colpevole ed incomprensibile ritardo, che esistono anche molti italiani residenti all’estero e che il fenomeno dell’emigrazione verso l’estero dei nostri giovani si sia confermato negli ultimi mesi massiccio e costante. È triste, pero’, notare come i nostri connazionali all’estero, di vecchia e nuova emigrazione, vengano strumentalmente e solamente usati per portare avanti sterili polemiche contro il Governo Renzi”. Così in una nota Alessio Tacconi, deputato del Pd in commissione Esteri della Camera, eletto nella ripartizione estera Europa.

“La quasi nulla considerazione dedicata agli italiani all’estero dal Movimento 5 Stelle e’, d’altra parte, evidente dall’analisi della altrettanto inesistente attivita’ parlamentare dei grillini riguardo alle loro problematiche. Nemmeno una parola, un esempio per tutti, abbiamo sentito per esprimere vicinanza e preoccupazione verso i tanti giovani che vivono e lavorano nel Regno Unito nei momenti difficili seguiti alla Brexit. Milioni di connazionali, lontani dalla propria terra, trasformati da Di Maio in carne da macello per una opportunistica lotta per la conquista del potere fine a se stessa”.

“Non stupisce – prosegue il deputato Pd – che dalle ultime dichiarazioni, infatti, non emerga alcuna indicazione su misure alternative da attuare per limitare tale fenomeno o invertire la tendenza, nel periodo in cui l’esecutivo Renzi ha, invece, gia’ raggiunto importanti risultati in merito, tra cui l’introduzione di agevolazioni fiscali per i professionisti che vogliono rientrare in Italia e agevolando l’arrivo di importanti investimenti italiani e stranieri con l’obiettivo della creazione di molti nuovi posti di lavoro in territorio italiano. Gli italiani all’estero – conclude Tacconi – meritano la massima attenzione e politiche precise per supportare la loro vita fuori dall’Italia e, se vorranno, facilitare il loro ritorno. Non hanno, di certo, bisogno di essere usati in una battaglia politica che esula dalle difficolta’ che devono affrontare ogni giorno”.