Italiani all’estero, quella comunista di Garavini (Pd) è d’accordo con Silvio: ‘basta politica del rigore’

"Bisogna ridare impulso all’economia e concentrarsi in Europa sulla creazione di nuovi posti di lavoro: questo è il modo più incisivo per affrontare la drammatica disoccupazione giovanile che interessa gran parte del Sud Europa. Bisogna porre fine ad una politica economica che punti solo sul rigore fine a se stesso". Lo ha detto Laura Garavini, componente dell’Ufficio di Presidenza del PD alla Camera dei Deputati, intervenendo al Bundestag tedesco, al vertice della SPD "Fare meglio l´Europa".

All’incontro, moderato dal Capogruppo SPD nella Commissione Politiche Europee del Bundestag, Michael Roth, accanto alla Garavini hanno partecipato il Ministro del Lavoro e delle politiche Sociali dell’Austria, Rudolf Hundstorfer, la Segretaria Generale della SPD, Andrea Nahles e il Capogruppo della SPD, già Ministro degli Esteri, Frank-Walter Steinmeier.

"Le politiche di destra della Merkel e dei conservatori, più attente alle banche che ai bisogni della gente, hanno portato milioni di cittadini alla miseria e hanno determinato i drammatici livelli di disoccupazione giovanile presenti nel Sud dell´Europa" ha precisato la Garavini, concludendo: "E´ necessario porre fine a questa spirale recessiva promuovendo investimenti che possano ridare fiato all’economia e consentire la creazione di posti di lavoro. Non solo la Germania, ma l’intera Europa ha bisogno di una svolta decisiva nelle politiche economico-finanziarie”.