Italiani all’estero, Giro: ‘rinnovo Comites atto dovuto, ora parola a elettori’

Mario Giro, sottosegretario agli Esteri con delega agli Italiani nel Mondo, esprime grande soddisfazione per la decisione del Governo di indire e realizzare le elezioni dei Comites entro dicembre, come preannunciato.

Secondo il membro del governo “si tratta di un atto dovuto, un impegno personale del ministro Federica Mogherini a mettere la parola fine a una situazione incresciosa che questo governo ha ereditato e ha risolto".

Le elezioni per il rinnovo dei Comites – i Comitati degli italiani all’estero – si terranno per corrispondenza, ma questa volta – a differenza del passato – i Consolati invieranno, sempre mezzo posta, i plichi elettorali solo a chi ne farà richiesta. E’ il “registro degli elettori” di cui più volte si è parlato anche nell’ambito di una riforma – auspicata da più parti – del voto all’estero.

Spiega Giro in una nota: "Su impulso del Ministro Mogherini, il mio staff, quello della Direzione Generale per gli Italiani all’Estero ed io personalmente, siamo stati costantemente in contatto con i Parlamentari eletti all’Estero e con il Cgie per cercare una soluzione, che finalmente è stata trovata”. Adesso, conclude il sottosegretario, "la parola agli elettori, nella speranza che si iscrivano in tanti a votare”.