Italiani all’estero, elezioni Comites: un voto decisivo anche per contrastare la politica del MAE sull’emigrazione

“Da mesi seguiamo l’arrogante gestione del monopolio ministeriale in materia di politica per l’emigrazione. L’ultimo sfregio alle esigenze di oltre 6 milioni di italiani che sbarcano il proprio lunario oltre i confini nazionali è la irrazionale chiusura di sedi diplomatiche, ovvero sportelli consolari, proprio in quei Paesi che accolgono le ultime copiose ondate migratore”. Così si legge in un comunicato della CONFSAL UNSA Coordinamento Esteri.

“Affinché il Parlamento non sia più costretto a sorbirsi una sola realtà accomodata e assoggettata a interessi di parte che la Farnesina sempre più spesso e senza riguardo difende; e affinché consoli ed ambasciatori siano finalmente affiancati da rappresentanze della base forti e decise a difendere gli interessi degli italiani delle proprie circoscrizioni, sono necessari organismi largamente rappresentativi qualificati a formulare e a tutelare le esigenze degli italiani all’estero”.
 
“Partecipa e fai partecipare alle elezioni Comites 2014, provvedendo innanzitutto a chiedere l’iscrizione nelle liste elettorali presso il consolato di appartenenza con domanda semplice, corredata da copia di documento d’identità italiano o rilasciato dall’amministrazione locale. Iscriviti e fai iscrivere nelle liste elettorali Comites del tuo Consolato! Basta una email, una lettera o un fax al Consolato, con la semplice richiesta corredata da copia di documenti d’identità”.