Italiani all’estero, Di Biagio (Ap): bene bonus 80 euro a impiegati a contratto

“Esprimo grande soddisfazione per il riconoscimento del bonus di 80 euro ai lavoratori residenti all’estero che producono reddito in Italia, tra questi i lavoratori a contratto della rete estera del Mae, che risultavano ancora esclusi malgrado l’assenza di una specifica norma in materia e la molteplicità di richieste di chiarimento e di rettifica inoltrate al Mef e all’agenzia dell’entrate”. Lo dichiara in una nota Aldo Di Biagio, senatore di Area Popolare e firmatario di atti parlamentari per chiedere chiarimenti circa il mancato riconoscimento del diritto alla categoria dei lavoratori all’estero che producono reddito in Italia.

“L’Agenzia delle entrate escludeva il riconoscimento del diritto fiscale sebbene non vi fosse una motivazione sostanziale – spiega – per questo anche insieme al comitato per le questioni degli italiani all’estero avevo segnalato una lettura puntuale della testo unico sulle imposte e la conseguente configurazione del reddito imponibile della categoria tale da legittimare una revisione dei termini di applicabilità della norma chiedendo un riscontro all’Agenzia delle Entrate e al Mef al fine di risolvere la questione in maniera rapida”.

Di Biagio conclude: ”La posizione ufficiale del Mef è arrivata a poche settimane dalla deposizione dell’atto e ripristina una condizione di legittimità compromessa negli ultimi tempi. Ma sul fronte della tutela delle prerogative fiscali di questi lavoratori c’è ancora tanto da fare, per questo manteniamo aperto il fattivo canale di interlocuzione con il Mef