Isis, Cameron: ‘Dobbiamo essere intolleranti con l’intolleranza’

"Dobbiamo essere piu’ forti nel combattere per i nostri valori di pace, democrazia, tolleranza, liberta’. Dobbiamo essere piu’ intolleranti contro l’intolleranza", scrive il primo ministro del Regno Unito, David Cameron, in un articolo pubblicato sul quotidiano britannico "The Telegraph" dopo l’attentato in Tunisia costato la vita a piu’ di trenta suoi connazionali.

L’intera nazione, "unita nello shock e nel dolore", esordisce il premier, si domanda come sia potuto accadere che una giornata sulla spiaggia si sia trasformata in un simile orrore, "tale e’ il livello del male con cui dobbiamo confrontarci", su piu’ fronti. "Ma non ci faremo intimidire", prosegue, e la nostra dovra’ essere "una risposta ad ampio spettro", in patria e all’estero, per l’immediato e per il futuro.

Dopo aver assicurato che il governo sta facendo "tutto il necessario" per assolvere al suo primo dovere, quello di aiutare le vittime, il leader di Downing Street invoca la collaborazione con altri paesi per contrastare la propaganda dei fondamentalisti e per rafforzare le istituzioni politiche deboli, mentre continuano gli attacchi aerei contro l’Isis e le operazioni di intelligence.

"La cosa probabilmente piu’ importante – continua il politico conservatore – e’ combattere la velenosa ideologia alla base di azioni terribili come quelle viste venerdi’", un’ideologia che nega la liberta’ e lo Stato di diritto. Dopo aver sostenuto la necessita’ di difendere con piu’ forza i valori di pace, democrazia, tolleranza e liberta’, Cameron sottolinea che cio’ che viene commesso in nome della fede e’ un insulto al mondo musulmano e che non si sta combattendo una guerra tra l’Islam e l’Occidente come l’Isis vuol fare credere, ma "tra gli estremisti che vogliono far fiorire l’odio e il resto del mondo che vuole liberta’ per prosperare".