Ebola, Ue: ‘la crisi non finirà presto’. Vertice a Palazzo Chigi con Renzi

Ebola continua a far paura al mondo intero. La crisi generata dall’epidemia del virus non e’ finita e non finira’ presto: serve una risposta piu’ potente da parte della comunita’ internazionale. E’ questo il messaggio lanciato da fonti europee alla vigilia del vertice straordinario di domani a Bruxelles. In questa fase rafforzare e rendere piu’ efficaci i controlli in uscita dai tre paesi focolai di ebola e’ essenziale. Detto questo, spiegano fonti Ue, l’Europa non raccomanda controlli in entrata, che eventualmente sono di competenza degli stati membri. Il compito dell’Unione e’ di assicurare il coordinamento degli interventi e l’efficace scambio di informazioni.

Per il momento, fanno sapere ancora fonti Ue, Ebola non è ancora una pandemia, perche’ seppur si tratti di un’epidemia grave e’ localizzata solo in tre paesi. Non e’ come la sars che aveva coinvolto addirittura diversi continenti.

Un funzionario della Commissione europea spiega che per arginare la diffusione del virus "bisogna mobilitare più personale medico, in particolare squadre mediche estere". Gli Stati membri devono "inviare personale medico e volontari adeguatamente formati" nei Paesi colpiti dal virus: personale che, in caso di contagio, precisa la fonte, "sarà riportato in Europa" con voli speciali.

Intanto anche l’Italia si muove, per capire come reagire davanti a un virus che spaventa tutti. A Palazzo Chigi è in programma un vertice ai massimi livelli, sulle misure preventive per far fronte all’allarme internazionale contro l’Ebola. All’incontro parteciperanno il premier Matteo Renzi, il ministro dell’Interno Angelino Alfano e quello della Salute Beatrice Lorenzin.

SECONDO OPERATORE SANITARIO POSITIVO IN TEXAS Un secondo operatore sanitario del Texas Health Presbyterian Hospital, che ha prestato soccorso a Thomas Eric Duncan, il paziente zero deceduto alcuni giorni fa, è risultato positivo per Ebola. Ad annunciarlo è il Texas Department of Health Services, come riporta la rete tv ‘Abc’. L’operatore sanitario era stato colpito ieri da febbre alta ed era stato isolato in ospedale.