Di Maio (M5S), ‘pronto a fare il premier. Berlusconi? Porta sfiga’

19/03/2013 Roma, il Movimento 5 Stelle presenta i candidati alla vice presidenza della Camera e alla segreteria d'aula. Nella foto Luigi Di Maio, candidato alla vice presidenza

Luigi Di Maio vede ottime speranze di vittoria negli eventuali ballottaggi alle prossime elezioni. Il vicepresidente della Camera del Movimento 5 Stelle ne ha parlato oggi a "Un Giorno da Pecora", il programma di Rai Radio2 condotto da Claudio Sabelli Fioretti e Giorgio Lauro. I conduttori sono subito partiti con una domanda diretta: se andaste al ballottaggio con il Pd, come finirebbe? "Al ballottaggio credo che non ci sia piu’ il vincolo della preferenza territoriale. Quello diventera’ un voto d’opinione, e non e’ detto che chi ha votato per altri partiti poi non possa votare per noi".

Quindi se Berlusconi dicesse di votare per l’M5S ai ballottaggi, lei sarebbe contento? "No. Perche’ Berlusconi porta sfiga". Se si verificasse lo scenario da lei immaginato, cosa potrebbe succedere? "Che, in queste condizioni, una sfida noi contro Renzi diventerebbe un referendum contro il premier. E Renzi la perderebbe".

Se vinceste voi e cadesse Renzi, lei potrebbe fare il premier…."La nostra squadra di governo la presenteremo prima delle elezioni". Ma lei, il primo Ministro, lo farebbe? "Io premier? Sì, se possiamo cambiare il Paese sì. Parlo al plurale perche’ in politica bisogna sempre lavorare di squadra".