Come ristrutturare al meglio una casa? 5 consigli utili per risparmiare

Molto spesso capita di dover affrontare lavori di ristrutturazione della propria casa: che si tratti di cambiare porte e infissi o rifare l’impianto elettrico, o, ancora, ridipingere le pareti, accade che si metta mano al proprio appartamento per apportare dei cambiamenti. Ristrutturare una casa, però, non è un’impresa semplice e, a volte, può anche essere dispendioso. Come fare per affrontare al meglio questa impresa?

La prima cosa da sapere è che esistono degli incentivi fiscali per chi decide di mettere mano alla propria abitazione. La Legge di Stabilità del 2016, ha, infatti, messo a punto una serie di detrazioni fiscali per questo tipo di lavori.

Le principali sono:

1) Detrazione pari al 50% delle spese sostenute per l’acquisto di mobili destinati ad arredare l’abitazione principale di giovani coppie, sia che si tratti di coniugi che di conviventi purché abbiano costituito nucleo familiare da almeno tre anni e almeno uno dei due componenti non abbia superato i 35 anni;

2) Detrazione del 50% per le sperse di ristrutturazione edilizia con spesa non superiore ai 48.000 euro per unità immobiliare;

3) Detrazione del 65% delle spese sostenute per migliorare le prestazioni energetiche di un immobile.

Detto dei costi tecnici, veniamo ora all’atto pratico. Come ristrutturare al meglio una casa? Ecco cinque consigli che potrebbero essere utili.

Valutare quali lavori si possono affrontare autonomamente e quali, invece, con l’aiuto di un esperto è il primo passo. Questa scelta aiuterà anche a capire costi e tempi di realizzazione del progetto che si ha in mente di realizzare. Se si decide di ridipingere casa, ad esempio bastano gli strumenti giusti ed un po’ di buona volontà, senza dover scomodare gli imbianchini.

Ottimizzare gli spazi della casa è un buon metodo per rendere l’abitazione più attrattiva. A volte non serve rifare tutto ex novo, basta semplicemente sfruttare lo spazio che si ha. Se, ad esempio, si vuole rendere il bagno più spazioso, sostituire la vasca con un box doccia può essere un’idea intelligente ed economica. Se si vuole, invece, avere una cucina più attrattiva e luminosa, sostituire la solita porta con un arco o una porta-finestra scorrevole, darà un tocco di classe in più;

Sostituire e riciclare è meglio di cambiare: questa è una regola base per chi vuole cambiare aspetto alla propria casa, senza affrontare costi eccessivi. Cambiare colore ad una parete o la disposizione di alcuni mobili, oppure riqualificare vecchi oggetti che, ad un primo sguardo, sembrano inutili, sono tutti buoni modi per “ristrutturare” la propria abitazione senza dover chiamare imprese;

E’ necessario acquistare solo materiale di qualità e che duri nel tempo. Si può risparmiare sulla ristrutturazione, ma non su questo aspetto. Materiali scadenti, implicano una spesa doppia, perché, non duraturi nel lungo periodo. Questo, costringerà, quindi, ad effettuare nuovi lavori per porre rimedio al primo errore;

Se dovete comprare nuovi elettrodomestici, meglio che prendiate quelli a basso consumo energetico. Anzitutto spenderete di meno nel lungo periodo e poi, potrete usufruire di detrazioni fiscali. Discorsi simili se dovete rifare finestre o infissi: scegliete materiale ecocompatibile che vi darà più qualità di vita e renderà la vostra abitazione più adatta alle esigenze dei giorni nostri.

Ora non vi resta che scegliere le soluzione più adatte a voi e iniziare a pianificare la casa dei vostri sogni.