Cara Garavini, il CGIE non è un palco per i tuoi comizi elettorali

I comizi elettorali di Laura Garavini ci hanno stancato. E hanno stancato anche i tre vicesegretari di Area, Mangione, Gazzola e Maggio, che hanno abbandonato la sala in segno di protesta

Sen. Laura Garavini, Pd

Primo giorno di Plenaria CGIE alla Farnesina. Presenti anche alcuni dei parlamentari eletti all’estero, tra questi la Sen. Laura Garavini.

L’eletta nella ripartizione estera Europa durante il suo intervento, come accade ormai tutte le volte, non ha perso l’occasione per criticare con forza il governo ed è partita in quarta col suo solito comizio elettorale, in piena Plenaria.

Ma questa volta appena ha iniziato a parlare i tre vicesegretari di Area, Mangione (Anglofona), Gazzola (America Latina) e Maggio (Europa e Nord Africa) si sono alzati e hanno lasciato la sala Conferenze internazionali della Farnesina in segno di protesta.

La Plenaria CGIE non è una vetrina, un palcoscenico per fare campagna elettorale. E’ un appuntamento istituzionale e non politico. Garavini dovrebbe impararlo una volta per tutte.