Terremoto, due scosse a L’Aquila: tanta paura, gente per strada, niente vittime

Tutto questo a pochi giorni dal nono anniversario del sisma che ha devastato la città. Devastante fu la scossa di magnitudo 6.3 che nove anni fa era avvenuta alle 3.32, causando la morte di 309 persone.

Tanta paura nella notte a L’Aquila. Due scosse di terremoto hanno spaventato le persone, molte delle quali sono scese in strada.

Poco dopo le 3 del mattino la prima scossa, di magnitudo 3.9 a 6 chilometri ad est di L’Aquila, ad un profondità di 20 chilometri.

Pochi minuti dopo è arrivata la seconda scossa, di magnitudo minore, 2.0, sempre nella stessa zona.

Per fortuna non si sono registrate vittime o danni, ma molte famiglie hanno deciso di proseguire la notte all’interno delle auto o in piccoli manufatti in legno tirati su dopo gli eventi del 2009.

Tutto questo a pochi giorni dal nono anniversario del sisma che ha devastato la città. Devastante fu la scossa di magnitudo 6.3 che nove anni fa era avvenuta alle 3.32, causando la morte di 309 persone.

Il sisma è stato avvertito in tutta la zona del Pescarese, l’epicentro è stata la frazione di Paganica, zona est della città distante circa 7 chilometri.