Italiani in Spagna, Comites Barcellona: torna a vincere la Lista AZZURRA

Con il Consigliere tra le proprie fila che ha ottenuto il numero di preferenze più alto in assoluto tra tutti gli eletti, avendo ottenuto ben il 78% delle preferenze tra i voti validi per la Lista AZZURRA

La Lista AZZURRA torna ad essere vittoriosa alla elezioni del Comites del Distretto Consolare di Barcellona con il 51,5% dei voti validi espressi e con il Consigliere tra le proprie fila che ha ottenuto il numero di preferenze più alto in assoluto tra tutti gli eletti avendo ottenuto ben il 78% delle preferenze tra i voti validi per la Lista AZZURRA.

E’ un innegabile appoggio dall’elettorato del Distretto Consolare di Barcellona che ha voluto così confermare il proprio appoggio alla lista ed al suo candidato Presidente, Alessandro Zehentner, Capolista Lista AZZURRA.

Il metodo D’Hondt, proporzionale puro, ha previsto una distribuzione dei consiglieri identica, 6 a 6, ma la legge prevede, proprio per evitare situazioni di stallo, che in sede di seconda votazione la Presidenza vada al candidato Presidente che in sede di elezioni abbia ottenuto il numero di preferenze più alto durante le elezioni del Comites stesso.

Nel passato la lista avversaria ha fatto mancare ripetutamente il numero legale alle convocazioni del Comites, assentandosi in massa, proprio per non far scattare la elezione del Presidente.

“Arrivarono a provocare lo scioglimento del Comites da parte del Ministero, scioglimento “sponsorizzato” da un Deputato del PD che evidentemente mal sopportava un Comites non allineato alla ideologia del partito guidato da Renzi e non sponsorizzante le deleterie attività politiche che l’attuale Governo Italiano sta portando avanti nei confronti degli iscritti all’AIRE ed in generale nei confronti di tutti i nostri connazionali all’estero”, si legge in una nota diffusa dalla Lista AZZURRA, “ma l’elettorato del Distretto di Barcellona è tornato a premiare AZZURRA e la persona del suo capolista, ha riposto fiducia nell’operato continuo ed ininterrotto dei consiglieri di AZZURRA, ed ha voluto dare un segnale forte contro i giochi di palazzo del PD che ben poco di propositivo e costruttivo portano ai nostri connazionali all’estero”.

“Un grazie di CUORE per il grande calore sempre dimostrato da tutti coloro che hanno creduto in noi e nella politica PER il cittadino, per il connazionale, per la Politica Amministrativa intesa come servizio e supporto a chiunque ne abbia bisogno.

La vittoria non appartiene ad AZZURRA ma a chi ha permesso alla nostra Lista di continuare a rappresentare chiunque voglia appoggiarci in questa fase di rinnovo dell’operato del Comites.

Già dalla prima sessione pienamente operativa e dopo la elezione della Presidenza tra i primi punti ci troveremo la osservazione dei bilanci e la futura gestione anche amministrativa dei fondi ministeriali che perverranno.

E proprio per dare un segnale di discontinuità si procederà a restituire a Roma indistintamente tutti i fondi disponibili (detratte solo le spese di trasferta dei Consiglieri che arriveranno da fuori Barcellona con mezzi low cost).

Si può lavorare anche senza sedi lussuose, senza telefoni, senza segreterie e senza computer e non vogliamo gravare sui bilanci pubblici per le nostre attività. Lo abbiamo fatto nel passato e vogliamo continuare a farlo. E siamo certi che anche altri Comites presenti in Spagna ed in Europa possano seguire il nostro esempio. Il giorno 6 giugno (data della prima convocazione del Comites) si ripartirà con il lavoro, aspettiamo a braccia aperte chiunque voglia sostenerci, proporci attività aggiuntive e voglia anche suggerirci nuove aree di intervento. La seduta è pubblica e in totale trasparenza sarebbe bellissimo avere la sala del Consolato (Calle Mallorca 270, Barcellona) piena e partecipe”.