Incidente in moto per il senatore Di Biagio, sta bene. “Paradosso Roma”

Colpa di un pezzo di asfalto incrociato sulla strada. Una rovinosa caduta per Aldo Di Biagio, senatore eletto all’estero. Che in un post su Facebook critica con forza l’Amministrazione di Roma

“Cari amici, sabato 8 aprile ritornando a casa sono stato vittima dell’incuria e dell’abbandono in cui versano le strade di Roma, tra voragini crepe e asfalto divelto.
Con la mia moto sono inciampato in un pezzo di asfalto e sono rovinosamente caduto, temendo il peggio nei due giorni che sono stato trattenuto, immobile, in ospedale”. Così il senatore Aldo Di Biagio su Facebook.

“Ringraziando il cielo i danni riportati non sono importanti, ma al momento sono costretto all’immobilità in attesa di essere operato al ginocchio e di riprendermi dalle conseguenze della caduta, vivendo un periodo di convalescenza e di ripresa che sarà piuttosto lungo”.
“Se ne parla spesso della situazione in cui versano le infrastrutture romane, inanellando accuse, denunce e lamentele, ma quando si vive sulla propria pelle il danno – potenzialmente fatale – che il menefreghismo amministrativo può arrecare ad un cittadino nella sua quotidianità, ci si rende conto dell’assurdo paradosso che si trova a vivere questa città.

Il paradosso di essere capitale di un Paese, moderno e civile, nel quale però sono presenti costanti e ripetute minacce all’incolumità dei singoli cittadini e dove non si ha la capacità programmatica di intervenire e ridimensionare queste minacce, drammatiche nella loro banalità”.

buca db
“Quanto successo a me, capita ogni giorno a tanti cittadini e spesso questi incidenti esitano in qualcosa di molto più grave e tutto questo fa riflettere e indigna, soprattutto perché – malgrado tutto – dal Comune i riscontri mancano: nessun intervento o rettifica, nessun progetto di messa in sicurezza delle strade. L’esempio più eclatante l’ho sperimentato io direttamente, considerando che la strada dove è avvenuto l’incidente è stata chiusa immediatamente dopo con delle semplici transenne, a conferma dello stato precario in cui versa la strada, ma nessuno è poi intervenuto. Nel frattempo sono stati strappati anche i nastri delle transenne diventando nuovamente percorribile, malgrado voragini ed impedimenti vari. Appare chiaro che il rispetto della cittadinanza, dei beni pubblici e della qualità della vita è il grande assente in una città che meriterebbe ben altre prospettive e trattamenti. Colgo però l’occasione di questa condivisione di pensieri per rassicurarvi circa la mia ripresa, e ringraziare di cuore i tanti che mi hanno dimostrato vicinanza e affetto, scusandomi con coloro a cui non ho potuto dare risposta. In attesa di ritornare operativo e pienamente attivo – conclude Di Biagio -, vi abbraccio tutti”.