Imprese italiane all’estero, Ricky Filosa (MAIE): “Complimenti a gruppo Bonatti, orgoglio italiano nel mondo”

Il coordinatore del MAIE in Nord e Centro America: “Proprio alcune settimane fa una delegazione MAIE, di cui facevo parte insieme al presidente On. Ricardo Merlo a al Cav. Angelo Viro, ha visitato la sede Bonatti a Città del Messico”

FOTO RICORDO Al centro della foto Ricardo Merlo e Angelo Viro, insieme alla squadra Bonatti a Città del Messico

Ancora una volta l’impresa Bonatti, Gruppo di Parma presente in 19 paesi, si trova nella top five della Classifica Ance 2017, relativa alle maggiori ditte di costruzioni che lavorano all’estero. Bonatti impiega 7 mila persone in tutto il mondo, con più di 25 milioni di ore all’anno, ed un fatturato nel 2016 di 800 milioni di euro, di cui gran parte all’estero.

“Desidero pubblicamente congratularmi con il Gruppo Bonatti, anche a nome del presidente On. Ricardo Merlo, per la sua riconferma all’interno della classifica che si occupa delle più grandi imprese di costruzioni. Per noi è motivo di vanto sapere che il know how e la tecnologia made in Italy mantengono alta la nostra posizione tra le eccellenze mondiali”. Lo dichiara Ricky Filosa, coordinatore del MAIE in Nord e Centro America.

“In una nota del Gruppo – prosegue Filosa – si legge: ‘Messico e Algeria rappresentano oggi i nostri principali punti di forza’. Proprio alcune settimane fa una delegazione MAIE, di cui facevo parte insieme al presidente On. Ricardo Merlo a al Cav. Angelo Viro, ha visitato la sede Bonatti a Città del Messico. Presente anche il coordinatore MAIE Messico, Giancarlo Quacquarelli”.

Riunione nella sede del Gruppo Bonatti – Città del Messico, maggio 2017

“Abbiamo così potuto constatare – evidenzia il coordinatore Nord e Centro America – il livello di efficienza della squadra, con una età media che si aggira tra i 35 e i 40 anni, e una tecnologia applicata alle costruzioni di ultima generazione. Ingegneri italiani che contribuiscono a migliorare il mondo modificandolo con la dovuta attenzione al rispetto degli equilibri ecologici e delle risorse naturali. Sono le imprese come questa che vengono apprezzate e richieste oltre confine e sono i nostri migliori cervelli – conclude l’esponente del MAIE – che rappresentano la forza del gruppo all’estero”.

NESSUN COMMENTO

Comments