Confermata a sottosegretario Amendola delega per italiani nel mondo

Oltre a questo, il sottosegretario sarà competente per le relazioni bilaterali con i Paesi dell'Europa. Al sottosegretario Della Vedova sono state assegnate le deleghe per le relazioni bilaterali con Canada e Messico

Vincenzo Amendola

È stato pubblicato nella Gazzetta Ufficiale di ieri, 2 febbraio, il decreto del Ministro Alfano che attribuisce le deleghe ai sottosegretari agli affari esteri Vincenzo Amendola e Benedetto Della Vedova. Il decreto, del 14 gennaio, è stato registrato alla Corte dei conti il 23 gennaio e pubblicato il 3 febbraio. Confermata ad Amendola la delega alle politiche relative agli italiani nel mondo.

Oltre a questo, il sottosegretario sarà competente per le relazioni bilaterali con i Paesi dell’Europa; relazioni bilaterali con i Paesi del Nord Africa e del Medio Oriente, ivi inclusi i Paesi del Golfo Persico e l’Iran; relazioni bilaterali con i Paesi del Corno d’Africa (Etiopia, Eritrea, Gibuti e Somalia); relazioni con le Nazioni Unite e le Agenzie specializzate, ad eccezione di quanto ricompreso in altre deleghe; f) relazioni con l’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa; g) questioni relative alle adozioni internazionali; h) temi relativi alle politiche ambientali ed energetiche; i) ricorsi gerarchici in materia di passaporti e documenti di viaggio; l) il raccordo con il Parlamento e le altre amministrazioni dello Stato nelle materie indicate e in tutti i casi di volta in volta indicati dal Ministro.

Al sottosegretario Della Vedova sono state assegnate le deleghe per le a) relazioni bilaterali con Canada e Messico; b) relazioni bilaterali con i Paesi dell’Asia, Oceania e Pacifico; c) relazioni bilaterali con i Paesi del Caucaso e dell’Asia centrale; d) tematiche economiche finanziarie e globali inerenti ai processi G8/G20; e) questioni relative all’internazionalizzazione delle imprese; f) variazioni di bilancio e integrazione dei capitoli di spesa; g) apposizione di formule esecutive ai sensi dell’art. 299 TFUE; h) il raccordo con il Parlamento e le altre Amministrazioni dello Stato nelle materie indicate e in tutti i casi di volta in volta indicati dal Ministro.

Comments