Italiani all’estero, premiati i Bellunesi benemeriti nel mondo

La 14esima edizione del premio internazionale "Bellunesi che si sono fatti onore in Italia e nel mondo" quest’anno è stata ospitata dal comune di Longarone, al centro culturale "F. Parri". Il luogo non è stato casuale: ricorre, infatti, quest’anno il cinquantesimo anniversario del disastro del Vajont e sono molti anche gli emigranti che hanno subito perdite di parenti e amici nella tragedia.

Un grande pubblico, politici e amministratori e numerose famiglie di ex-emigranti, con i loro gonfaloni, hanno voluto essere presenti per festeggiare i tre premiati.

Ed ecco i nomi: Joao Bez Batti, originario di Longarone, uno dei più importanti scultori del Brasile, dove, nel suo atelier, trasforma pietre e marmi in preziose opere d’arte; Claudio Muraro, originario di Arsié, è discendente di una famiglia emigrata in Brasile che esporta nel mondo due milioni e mezzo di litri di alcolici al mese; e, infine, Edward Michael Sacchet, diplomatico del Governo degli Stati Uniti che ha avuto incarichi in varie ambasciate e consolati statunitensi.