Italiani all’estero, Di Biagio (Pi) Longo (Aut) e Zin (MAIE): Comites, non era meglio attendere una riforma?

"Le norme relative al rinnovo dei Comites contenute nel decreto di proroga missioni rischiano di compromettere il giudizio su un provvedimento così importante, se mantenute nell’attuale formulazione". Lo dichiarano in una nota congiunta i senatori eletti nella circoscrizione estero Aldo Di Biagio, Fausto Guilherme Longo e Claudio Zin. "Senza un’adeguata informazione preventiva – proseguono i senatori – il meccanismo di invio del plico elettorale ai soli elettori che ne facciano espressa richiesta all’Ufficio Consolare, previsto all’art. 10 del decreto, ridurrà in maniera drastica la partecipazione al voto, lasciandolo in mano alle solite strutture organizzate e determinando un grave deficit di democrazia".

"Comprendiamo e condividiamo l’esigenza di rinnovare gli organismi di rappresentanza dopo così lungo tempo, ma certamente – concludono i senatori eletti all’estero – a fronte di un sistema di voto così penalizzante, non sarebbe stato meglio attendere una riforma organica del settore?".