Immigrati, Alfano: dobbiamo bloccare i mercanti di morte

Angelino Alfano, in audizione nel comitato di controllo sull’attuazione dell’accordo di Schengen, in merito alle politiche sull’immigrazione ha sottolineato: “Sull’Italia non può incombere tutto il peso dell’urto di questo flusso immigratorio che si dirige verso l’Europa. Un flusso che nasce per mancanza di democrazia, libertà e per la guerra. L’Europa deve esserne protagonista".

I migranti arrivati nelle frontiere italiane, dall’inizio dell’anno, "sono stati più di 20mila", ha spiegato il ministro dell’Interno. La pressione migratoria "sta raggiungendo, dal punto di vista delle proiezioni, il record del 2011, quando ci furono nell’anno oltre 62mila sbarchi". "Piuttosto che accollare all’Europa il rischio sulla sicurezza e sui diritti umani, se l’Europa fosse forte andrebbe" nei paesi dai quali provengono i flussi migratori "a fare cio’ che serve evitando ansia agli europei, ad evitare che gli immigrati perdano la vita, e risparmierebbe anche soldi". "Dobbiamo bloccare i mercanti di morte, gli scafisti".

Alfano ha detto che il semestre europeo di presidenza italiana "punterà anche alla repressione della criminalità che sta dietro i flussi migratori. Dietro ogni migrante sofferente c’è quella che è stata definita la più grande e spietata agenzia di viaggi".

ALLEANZA NCD-UDC? FORZA ALTERNATIVA ALLA SINISTRA "Noi siamo dopo tutti i guasti del Centro destra i primi che uniscono, e quindi questa unione è l’embrione, ma sarà un embrione grosso, dell’aggregazione dei moderati, di quella forza alternativa alla sinistra, che si candiderà nel futuro a guidare il Paese". Così il leader del Nuovo Centro Destra, Angelino Alfano, in un’intervista al Sole 24 Ore, commenta l’alleanza siglata con Casini per le europee. E sulla questione dei voti mafiosi dice: "Poco importa chiederlo, c’è il rischio che te lo diano. E siccome non siamo nell’urna meglio chiarirsi prima: ogni voto a noi sarà usato contro di loro".

Chiamato a commentare l’arrivo di Bonaiuti nel Ncd, il ministro dell’Interno afferma: "E’ una persona perbene, ed è anche uno che se fa questo gesto manifesta grande coraggio". Sugli 80 euro promessi dal governo nella busta paga di maggio quindi assicura: "Lo faremo nel Cdm del 18".