Fucsia Nissoli attacca Poletti: “Le scuse non bastano, dovrebbe dimettersi!”

“Con le sue affermazioni Poletti offende l’emigrazione italiana e noi italiani all’estero non ci sentiamo per niente rappresentati e garantiti da un Ministro così!”

“Le recenti dichiarazioni del Ministro del lavoro sui giovani italiani che emigrano lasciano allibiti e dimostrano la completa estraneità dell’attuale Ministro del lavoro ai problemi dei giovani che non trovano un ruolo nella società italiana. La conseguenza naturale sarebbe quella di dimettersi!”. Così Fucsia Nissoli, deputata eletta nel Nord e Centro America, attacca duramente il ministro Poletti e addirittura gli chiede di lasciare il suo posto.

La dichiarazione di Nissoli arriva in seguito alle polemiche suscitate dalle dichiarazioni del Ministro Poletti che ha affermato: “Conosco gente che è andata via e che è bene che stia dove è andata, perché sicuramente questo Paese non soffrirà a non averli più fra i piedi”.

“Mi è capitato di essere ospite di Università americane a Roma – sottolinea la deputa -, insieme ad autorità politiche americane e devo dire che il tenore del loro discorso era completamente diverso, teso a far sentire vicina la Madrepatria e dicendo loro che l’America li aspetta. Forse da un Ministro del lavoro italiano ci saremmo aspettati che dicesse che avrebbe voluto fare di più per evitare che i giovani fossero costretti a cercare lavoro all’estero”.

“Con le sue affermazioni – conclude l’on. Nissoli – Poletti offende l’emigrazione italiana e noi italiani all’estero non ci sentiamo per niente rappresentati e garantiti da un Ministro così!”.