“Commercio estero alla Farnesina? Una scelta strategica”

Parla Vincenzo Boccia, presidente di Confindustria: “Accorpare le deleghe può essere un elemento strategico nell'interesse di tutti noi, delle imprese e chiaramente del Paese”

Secondo il presidente di Confindustria, Vincenzo Boccia, il passaggio della delega del Commercio estero dal ministero dello Sviluppo Economico a quello degli Esteri “può far crescere l’export del Paese”. Si tratta dunque, per Boccia, di una scelta strategica. Il presidente di Confindustria ha anche espresso soddisfazione per la nomina di Paolo Gentiloni a commissario europeo per gli Affari economici.

Commentando su Il Sole 24 Ore l’ipotesi di trasferire le competenze relative al Commercio Estero al neo ministro degli Esteri Luigi Di Maio, Boccia ha spiegato: “Ciò significa che la politica estera italiana inizia a fare proprio un grande obiettivo: far crescere l’ export del Paese”.

“È evidente che la diplomazia del nostro Paese dovrebbe andare verso questa direzione, cioè far crescere l’export e i partenariati delle nostre imprese. Pertanto, accorpare le deleghe può essere un elemento strategico nell’interesse di tutti noi, delle imprese e chiaramente del Paese”.