Audiweb: ItaliaChiamaItalia batte Dagospia, L’Espresso e Huffington Post

Come ogni mese, Audiweb – l’auditel della rete – svela i dati relativi ai siti internet più visitati nell’arco di un certo periodo di tempo. In questo caso, i dati si riferiscono al mese di aprile 2013. Ecco la classifica dei dieci brand online più visitati nel mese di aprile 2013 (per numero di utenti unici):

1.         Libero  3.281.2802.

2.         MSN/WindowsLive/Bing  3.219.2053.

3.         Virgilio  2.769.3294.

4.         Skype  2.729.3695.

5.         Yahoo!  2.279.7146.

6.         La Repubblica  1.515.2427.

7.         Corriere della Sera  1.168.1128.

8.         Subito.it   1.150.1069.

9.         ilmeteo.it   896.59710.

10.     Leonardo.it  891.113

Per quanto riguarda i dati di sintesi sulla fruizione dei contenuti video online (Audiweb Objects Video), ad aprile si registrano 71,6 milioni di stream views (video fruiti) mensili, con 6,4 milioni di utenti che hanno visualizzato almeno un contenuto video online su uno dei siti degli editori iscritti al servizio, con una media di 51 minuti di tempo speso per persona.

Nello stesso mese di aprile 2013 sono stati 28,9 milioni gli utenti che si sono collegati almeno una volta da pc. Nel giorno medio l’audience online cresce del 3,8% in un anno, con 14,3 milioni di utenti, collegati in media per 1 ora e 28 minuti per persona.

ITALIACHIAMAITALIA BATTE SITI COME “DAGOSPIA”, “IL FOGLIO”, “HUFFINGTON POST ITALIA” Con grande soddisfazione, incrociando i dati Audiweb con quelli di Google Analytics, possiamo dire che ItaliaChiamaItalia nel mese di aprile 2013 ha battuto siti internet molto conosciuti a livello nazionale. Abbiamo "vinto" su Dagospia (94.200 visitatori unici), IlFoglio.it (22.108) o Blitzquotidiano.it (44.575). Sono solo degli esempi. Potremmo farne altri: GQ.com ha registrato 17.756 visite uniche. Vogue Italia 11.844; Milano Finanza 80.071; Ilpost.it 51.400. Il nostro quotidiano online ha ricevuto molte più visite persino di alcune testate blasonate, come l’Huffington Post Italia, per esempio, che ha raggiunto nel mese di aprile 101.500 visite uniche.

ItaliaChiamaItalia volta alto. Persino più su di alcune testate nazionali: il sito del settimanale “L’Espresso” ha ricevuto nel mese di aprile 2013 61.625 visite uniche; quello de “Il Tempo” 18.324. E il sito del Secolo XIX 49.173.

ITALIACHIAMAITALIA LETTO IN 145 PAESI NEL MONDO Durante il mese di aprile 2013, il nostro quotidiano online è stato visitato da utenti residenti in 145 Paesi del mondo. La mappa dei “clic” la potete vedere nella foto allegata a questo articolo: vedete lo Stivale in un verde-azzurro più scuro. E’ da lì, dall’Italia, che parte tutto. E poi visite dalle Americhe, dall’Australia, da tutta Europa, dall’Africa. Cresciamo sempre di più e questi risultati ci ripagano più di ogni altra cosa dei sacrifici che dobbiamo affrontare ogni giorno per continuare a fare il nostro lavoro.

GRAZIE AI LETTORI Questi risultati non sarebbero mai stati possibili senza di voi, cari lettori, che ogni giorno ci seguite con affetto e attenzione, che condividete i nostri articoli sui social network, che “passate parola” e invitate i vostri amici a seguirci o a iscriversi alla pagina Facebook di ItaliaChiamaItalia. Vi dobbiamo un grazie enorme.

SENZA UN CENTESIMO DI CONTRIBUTO PUBBLICO Vogliamo sottolineare che ItaliaChiamaItalia, che fra poco compirà 8 anni in rete, non ha mai ricevuto un solo centesimo di contributo pubblico. Siamo andati sempre avanti con le nostre risorse, grazie alla pubblicità, o al massimo con qualche libera donazione di qualche sponsor. A questo proposito, forse e’ anche giusto ricordarvi che la libertà nel nostro mondo alla lunga non sopravvive, purtroppo: se vi piace il nostro lavoro e volete contribuire con un gesto concreto, potete farlo con un bonifico bancario, con una donazione attraverso PayPal o con carta di credito. Anche così ci aiuterete a continuare ad esistere e crescere sempre di più. E a tenervi informati ogni giorno, come facciamo da 8 anni.

SOSTIENI ANCHE TU ITALIACHIAMAITALIA