Italiani all’estero, Ricky Filosa: “Il MAIE siamo tutti noi” [VIDEO]

Una parte dell’intervento svolto da Ricky Filosa all’ultimo congresso MAIE Europa: “Il MAIE per me è un sentimento di amicizia, di passione, di fantasia che dobbiamo portare avanti fino a vincere le prossime sfide elettorali. Perché alla fine le chiacchiere stanno a zero: le decisioni si prendono lì dentro, nella stanza dei bottoni”

Ricky Filosa, coordinatore MAIE Nord e Centro America

“Come fanno in Italia a non capire la risorsa che siamo, la potenza che rappresentiamo noi italiani residenti all’estero?”. Così Ricky Filosa in un video che il coordinatore del MAIE per il Nord e Centro America ha pubblicato sul proprio profilo Facebook.

“Vogliono parlare di soldi? Ma noi siamo una risorsa economica. Vogliono parlare di voti? Sei un partito politico e non ti interessano gli italiani all’estero? Sbagli! Anche solo perché gli italiani all’estero votano! E allora perché non li consideri? Perché non li corteggi? Perché non li coccoli come dovresti? Non li vuoi i voti degli italiani all’estero? Sono voti di serie B? No. Se votano coccolali, investi, gira il territorio… Mettici i quattrini!”.

Due minuti di video che rappresentano una parte dell’intervento svolto da Filosa all’ultimo congresso MAIE Europa, tenutosi a Bucarest.

“E’ davvero un’emozione oggi essere qui in questo congresso. Non è il primo a cui partecipo. In qualche modo sento mio il MAIE Europa, il MAIE del Sudamerica, il MAIE dell’Australi. Perché, scrivevo una volta, e forse gli amici se lo ricordano, che il MAIE per quel che mi riguarda è soprattutto un sentimento, un sentimento che ci lega. Un sentimento di amicizia, di passione, di fantasia che dobbiamo portare avanti fino a vincere le prossime sfide elettorali”.

“NEL NORD E CENTRO AMERICA IL MAIE VINCERA’ LE PROSSIME ELEZIONI”

“Perché alla fine le chiacchiere stanno a zero: le decisioni si prendono lì dentro. Le decisioni si prendono nella stanza dei bottoni. ‘Ah, ma voi volete arrivare lì per avere lo stipendio, per avere i privilegi’. Non ce ne frega niente! Siamo tutti volontari. Grazie a Dio abbiamo un presidente che è qua seduto fra noi e che ci ascolta. Provate a chiamare Matteo Renzi. Militate nel Pd? Provate a cercare un contatto diretto con Matteo Renzi. ‘Senti Matteo, ma sai cosa succede qui a Santo Domingo?’. Provate a chiamare Berlusconi. Io ce l’ho su WhatsApp Ricardo Merlo. Ho un contatto diretto. Su Facebook io pubblico una cosa e lui la rilancia. Siamo noi. Il MAIE siamo tutti noi”.

“I miei migliori auguri per questo grande congresso”, ha concluso Ricky Filosa, “spero che l’Europa possa dare la propria parte. Certamente, ne sono convinto anch’io, avremo un ottimo deputato alle prossime politiche. E anche noi del Centro America faremo sentire con forza la nostra voce. Grazie!”.