Comites, Giro conferma: no a nuove liste

Lunedì e martedì il Comitato di presidenza del Cgie si riunisce alla Farnesina. L’ordine del giorno è il seguente: funzionamento e attività del Cgie sino al nuovo insediamento; relazione del governo; dibattito; Legge di Stabilità 2015: capitoli di spesa in favore delle comunità italiane all’estero e delle istituzioni di rappresentanza (Comites e Cgie); elezioni Comites: rinvio a seguito del provvedimento d’urgenza; modalità e misure da adottare per un’ulteriore sensibilizzazione e informazione; varie ed eventuali: gare di appalto per i visti Schengen e certificazione tasse richiesta dall’Inps ai connazionali (cons. Pinna); situazione finanziaria del Cgie (cons. Pinna); compiti e composizione del Comitato Consultivo per la Promozione della Lingua italiana all’estero (Vsg Mangione); ricorsi presentati per l’esclusione di alcune liste di candidati in relazione alle elezioni dei Comites: Londra, Madrid, Santiago, Melbourne e Montreal. 

Presente in rappresentanza del governo il sottosegretario agli Esteri con delega agli italiani nel mondo, Mario Giro, che nelle scorse ore ha confermato in Comitato quanto dichiarato a ItaliaChiamaItalia in una recente intervista: no a nuove liste. Si continua a ragionare, invece, sulla possibilità di elezioni nelle 24 circoscrizioni consolari dove non è stata presentata nemmeno una lista. Al momento, ha aggiunto Giro, gli iscritti a votare per le elezioni dei Comites sono un 4,5% del totale degli eventi diritto.