Cannabis legale, Renzi: “Non ci sono i numeri”. Della Vedova, “Parlamento voti”

Per creare le condizioni serve la volontà politica, quindi il Pd "si schieri con i cittadini e non con il mercato illegale": così i Radicali Italiani

Matteo Renzi, intervenuto a Repubblica TV, a proposito delle leggi che rischiano di non essere approvate in questo passaggio finale di legislatura – tra queste il ddl sulla legalizzazione del consumo di cannabis, ha detto: “Sulla cannabis c’e’ una discussione aperta. Non mi pare che in parlamento ci siano le condizioni numeriche per chiudere quella questione”.

A Renzi si rivolge Benedetto Della Vedova, sottosegretario agli Esteri, promotore dell’Intergruppo parlamentare che ha elaborato una proposta sulla legalizzazione della cannabis: si voti in Parlamento, dice Della Vedova, perché il Parlamento può sorprendere.

Per creare le condizioni serve la volonta’ politica, quindi il Pd “si schieri con i cittadini e non con il mercato illegale”: così i Radicali Italiani. E il deputato di Sinistra Italiana-Possibile Daniele Farina, relatore del provvedimento sulla cannabis, in una nota scrive: “A Matteo Renzi vorrei ricordare che le condizioni per approvare una nuova normativa sulla cannabis dipendono dal suo partito. Se finisse la costante fuga dalla discussione che caratterizza il Pd da oltre un anno le condizioni esisterebbero eccome”.