Orfini (Pd), candidarmi a sindaco di Roma? Lo escludo

"Candidarmi a sindaco di Roma? No, reitererei la stessa dinamica di potere che ora combatto con tutte le mie forze: da commissario ho pieni poteri, non posso usarli per impormi come soluzione o proposta". Cosi’ Matteo Orfini, presidente Pd, mette in chiaro la propria posizione per quanto riguarda Roma Capitale.

In una nota, poi, per quanto riguarda l’Atac, sottolinea: “Per centinaia di migliaia di romani avere a che fare con i mezzi pubblici non e’ certo un piacere. Anzi, spesso e’ una vera e propria odissea quotidiana. A noi spetta risolvere il problema, e nei prossimi mesi lo faremo, grazie all’impegno del Governo. Ma intanto il lavoro di bonifica non si ferma. Per questo ieri, come avevo annunciato qualche giorno fa, Stefano Esposito e’ stato in procura a portare un dossier su Atac".

"Nei giorni scorsi aveva chiesto all’Anac di Cantone un’indagine sugli appalti degli ultimi 5 anni. Il risultato e’ sconcertante, centinaia di milioni di euro affidati senza gare. Qualcuno risponderà di questo disastro. Chi lo ha perpetrato ai danni dei cittadini romani, ma anche chi non ha avuto la forza e il coraggio di intervenire. Ci tengo a Ringraziare Stefano Esposito: in questi mesi molti hanno ironizzato sulla scelta che avevo fatto suggerendolo per quella postazione. Oggi forse e’ piu’ chiaro chi avesse ragione. Se finalmente si affrontano e si denunciano vicende come questa, e’ proprio grazie al suo lavoro".