Italiani nel mondo, La Marca (Pd) a Toronto per commemorazione vittime dell’amianto

Presenti, tra gli altri, il Ministro federale della cittadinanza canadese Ahmed Hussen, il Sindaco di Toronto, John Tory, alcuni parlamentari italo-canadesi, l’Ambasciatore d’Italia Claudio Taffuri

Dopo l’intenso fine settimana a Boston (USA), l’On. Francesca La Marca ha affrontato un weekend non meno impegnativo in Canada, in Ontario, dove ha partecipato a diverse manifestazioni svoltesi nell’ambito della comunità italiana.

Venerdì 12 aprile, la parlamentare è intervenuta all’incontro organizzato a Toronto, presso Villa Charities, dal Comitato promotore del progetto “Amianto-Italia-Canada-Asbestos” guidato da Alec Farquhar, promosso e sostenuto dall’ Italian Fallen Workers Memorial, per commemorare le vittime dell’amianto in Italia e in Canada.

L’incontro è stato aperto da Marino Toppan, Presidente del Comitato dell’Italian Fallen Workers Memorial, che ha dato il benvenuto ai numerosi ospiti convenuti. Presente anche una delegazione di Casale Monferrato, guidata dal Vice Sindaco, la città universalmente considerata la “capitale della lotta all’amianto” in virtù di un impegno che risale alla fine degli anni Ottanta dello scorso secolo.

All’iniziativa hanno partecipato anche il Ministro federale della cittadinanza canadese Ahmed Hussen, il Sindaco di Toronto, John Tory, alcuni parlamentari italo-canadesi, l’Ambasciatore d’Italia Claudio Taffuri, il Console di Toronto, Eugenio Sgrò, e il COMITES.

Nel suo intervento, La Marca ha sottolineato come “la visita di una delegazione proveniente da una città storicamente all’avanguardia nella lotta all’amianto è non soltanto un evento obiettivamente importante, ma anche un concreto contributo di conoscenza ed esperienza in questo delicato campo per un Paese come il Canada. La giornata di oggi riflette le sagge parole di uno dei protagonisti del movimento antiamianto di Casale: ‘L’importante è conoscere per avere la forza di combattere’. Questo vale per tutti noi. Perciò non dobbiamo desistere e dobbiamo continuare a lottare per ciò che è giusto, imparando anche dagli errori commessi nel passato”.

Sabato 13, la parlamentare ha poi partecipato alla Festa per il 119esimo anniversario dell’associazione italiana presumibilmente più antica di tutto il Canada, il “Marconi Club of London”, invitata dal Presidente dell’associazione, Joe Orsini, e dal Vice console onorario di London, Joe Raffa, entrambi presenti, assieme al Sindaco di London, Ed Holder.

Anche in questa occasione La Marca è intervenuta affermando che “come la maggior parte della nostra emigrazione nel mondo, anche gli italiani di London hanno lavorato duramente e affrontato difficoltà e talvolta discriminazioni con orgoglio, perseveranza e dedizione. Il loro impegno è stato ripagato nel tempo dal rispetto della società d’accoglienza. Una comunità che si è emancipata, dai lavoratori di ieri ai professionisti, ricercatori e accademici di oggi”.

“Senza annoiarvi con l’elenco delle mie iniziative parlamentari – ha proseguito la parlamentare – voglio solo rendervi noto che di recente ho presentato alla Camera una mozione sul contributo che attraverso specifici progetti gli italiani nel mondo possono dare alla ripresa del Mezzogiorno d’Italia, in considerazione del valore strategico dello sviluppo di questa area e del gran numero di meridionali emigrati, che tuttavia conservano ancora rapporti vivi con i luoghi di origine”.

Domenica 14, infine, sul campus della “Western University” a London, Ontario, La Marca è intervenuta in diretta radio nel programma settimanale della domenica in lingua italiana sulla sua attività parlamentare.