Italiani all’estero, da New York: ‘difendiamo il made in Italy’

In occasione di una delle piu’ prestigiose fiere dell’agroalimentare oltre oceano, il Summer Fancy Food Show di New York, il Maestro Nicola Fiasconaro, presente da 15 anni all’evento con l’omonima azienda di famiglia, ha avuto l’opportunita’ di confrontarsi con il ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina. L’incontro ha dato l’opportunita’ al Maestro Fiasconaro di affrontare con il ministro uno dei temi piu’ caldi e controversi delle politiche agroalimentari italiane: la contraffazione.

D’accordo entrambi sulla necessita’ di avviare al piu’ presto interventi volti alla tutela del Made in Italy nel mondo, l’incontro si e’ concluso con una stretta di mano ed una promessa di collaborazione al fine di raggiungere gli obiettivi comuni sul tema.

"Sono anni che se ne parla – ha detto Nicola Fiasconaro – ma una linea di rigore e di fermezza ancora non l’ho vista. Tutti cercano di imitare il Made in Italy. Non sono un esperto, ma so che in termini di miliardi di euro, le contraffazioni sono di piu’ di quello che esportiamo negli Stati Uniti e questa cosa e’ molto preoccupante".

In un continente in cui l’azienda Fiasconaro ed altre importanti imprese italiane hanno consolidato il rapporto con il mercato locale, diventa sempre piu’ fondamentale tutelare il patrimonio italiano: "un settore chiave – ha detto il ministro Martina – per la ripartenza dell’Italia".

Presente con il suo stand ricco di deliziosi prodotti rigorosamente "Born in Sicily", l’azienda Fiasconaro segna con successo un’altra tappa importante di un percorso ormai lanciato verso la copertura dei cinque continenti e che dona ulteriore prestigio ad un marchio ormai sinonimo di raffinata bonta’.