Grasso, ‘contro la fuga dei cervelli italiani all’estero investire sulla ricerca’

"L’attività di ricerca assume un valore particolarmente importante nel nostro Paese perché contribuisce a rinsaldare il senso del bene comune e dell’impegno diretto al benessere della collettività. Anche per questo la lotta all’emigrazione delle eccellenze si conduce non solo ricorrendo alle risorse economiche ma anche garantendo l’alta levatura dell’ambiente scientifico, in cui i giovani ricercatori possano trovarsi a operare con colleghi preparati e stimolanti". Lo dice il presidente del Senato Pietro Grasso nel suo intervento al seminario "Per fare dell’Università una risorsa che genera risorse".

Secondo Grasso "le potenzialità nel nostro Paese ci sono tutte. Le risorse umane in primis. Ne sono prova i risultati conseguiti dai nostri docenti, dai ricercatori e dai professionisti che eccellono in patria e all’estero. È necessario individuare le forme e i mezzi per consentire anche ad altri, che ne abbiano le capacità, di seguire il loro esempio avviando così quel circuito virtuoso necessario non solo per rilanciare la nostra cultura ma anche la nostra economia".