Forza Italia in piazza, sicurezza rafforzata: mercoledì doppio sit-in

Due sit-in con una guerra di nervi a distanza: da una parte il ‘popolo di Silvio’, dall’altra quello ‘viola’, che invoca la decadenza del leader di Forza Italia. Mercoledì la sfida sul destino parlamentare di Silvio Berlusconi non si giochera’ solo in Senato, ma anche in strada a Roma e con schieramenti opposti e divisi da poche centinaia di metri. E la macchina organizzativa delle forze dell’ordine e’ gia’ in moto. Oggi si e’ svolto un comitato per la sicurezza e l’ordine pubblico in prefettura a Roma per discutere delle misure da adottare in vista del sit-in indetto da Forza Italia e previsto domani dalle 14 davanti a Palazzo Grazioli, in via del Plebiscito. Ma per Berlusconi la manifestazione di domani potrebbe essere solo l’inizio. In piazza – ha detto oggi il Cavaliere alla vigilia del voto – scenderanno "tutti i cittadini consapevoli di quello che sta avvenendo che sono preoccupati, che non lo fanno per difendere me, ma che hanno a cuore il futuro del Paese e la nostra liberta’. Credo che la manifestazione sia assolutamente legittima e pacifica e sia solo l’inizio". Contemporaneamente altre persone aderiranno al contraltare politico organizzato dal Popolo Viola, che ha organizzato un altro sit-in nella Capitale in piazza delle Cinque Lune dalle 15, nei pressi del Senato.

"Stiano tranquilli tutti – ha assicurato il blogger Gianfranco Mascia – il nostro sara’ un presidio pacifista e nonviolento, ci saranno anche i bambini. Piuttosto ci preoccupano le parole di Berlusconi. Le sue minacce sono pericolose". Insomma due ‘popoli’ diversi che domani auspicano esiti opposti e non si accontenteranno delle mezze misure. In strada per questo motivo saranno impegnati oltre un migliaio di agenti e saranno presidiati i vari palazzi delle istituzioni per scongiurare qualsiasi rischio di blitz di manifestanti e problemi all’ordine pubblico. Tutto e’ stato comunque calcolato affinche’ le due ‘piazze’ non entrino a contatto tra loro, per questo corso Vittorio Emanuele e le altre strada limitrofe saranno costantemente monitorate. L’obiettivo sara’ anche quello di non creare problemi alla circolazione a piazza Venezia. Tra le ipotesi, nel caso di un aumento di manifestanti che superi le previsioni per la capienza di via del Plebiscito, un altro luogo ‘papabile’ per il sit-in dei militanti di Forza Italia potrebbe essere piazza Santissimi Apostoli. La distribuzione delle forze dell’ordine nel pieno centro di Roma sara’ dunque consistente, ma effettuata con molta discrezione con diversi agenti anche in borghese. L’esito di qualsiasi scenario e’ stato calcolato nei minimi dettagli, per questo – come gia’ avviene da qualche giorno – e’ stato innalzata anche il livello di attenzione davanti alle sedi di partito, alla luce dei recenti blitz di manifestanti alle sedi e sezioni del Pd.