Domenica a Roma è Appia Day: tour in bici, street food, musica e tanto altro

Domenica a Roma è Appia Day, una festa popolare promossa da decine di associazioni nazionali e locali per riappropriarsi della storia e dei monumenti della Regina Viarum. Esclusivamente a piedi e in bicicletta. Con il patrocinio del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, del ministero dei Beni e delle Attività culturali e del Turismo, del Comune di Roma, della Regione Lazio e la collaborazione della Soprintendenza archeologica di Roma e del Parco Regionale dell’Appia Antica.

Dall’alba al tramonto sono previsti archeotrekking, ciclotour, visite guidate, street food, musica, attività per bambini. Tutti i monumenti, i musei e le aree archeologiche dell’Appia Antica saranno aperti e visitabili gratuitamente, grazie alla preziosa collaborazione della soprintendenza archeologica. E fino all’ora di pranzo si passeggerà a ritmo di musica nei dintorni del Mausoleo di Cecilia Metella.  

La giornata è dedicata ad Antonio Cederna, nel ventennale della sua scomparsa, e al suo grande sogno di un unico parco archeologico da Piazza Venezia ai Castelli Romani che tuteli e valorizzi il più suggestivo museo a cielo aperto del mondo, restituendogli rispetto e prestigio internazionale. Per questo domenica è anche l’occasione per scoprire un pezzo del GRAB, il Grande Raccordo Anulare delle Bici, nato proprio in continuità con l’idea di Cederna di rendere fruibile e accogliente il percorso monumentale romano: dalla Colonna Traiana e dal Foro Romano fino ai Colli Albani che ingloba Colosseo, Palatino, Terme di Caracalla, Mura Aureliane e poi via via la Valle della Caffarella e l’area degli Acquedotti.

All’appuntamento parteciperanno il ministro dei Beni e delle attività culturali Dario Franceschini, la presidente di Legambiente Rossella Muroni, il coordinatore del GRAB e responsabile Città di Legambiente Alberto Fiorillo. L’appuntamento per la stampa è alle ore 11 di fronte al mausoleo di Cecilia Metella. Saranno presenti anche sindaci dei territori attraversati dal cammino dell’Appia, a portare le loro testimonianze sullo stato di salute della Regina Viarum dal Colosseo a Brindisi.

"E’ una giornata dedicata a uno dei luoghi più belli e suggestivi di Roma – dice Rossella Muroni, presidente di Legambiente, invitando a partecipare alla giornata dedicata alla Regina Viarum – ma è anche tra i posti più significativi quando si pensa al degrado della capitale. Attualmente, il parco dell’Appia Antica è sostanzialmente un’autostrada, perché consentiamo alle macchine di passarci sopra mentre è negato a romani e turisti. L’Appia day è un modo per ricordare ai romani, alle istituzioni e ai turisti che cosa può essere quel luogo (per altro uno dei tratti più belli del Grab) e come potrebbe diventare il simbolo di una città che sa gestire le proprie ricchezze e potenzialità. Sarà l’occasione, se i candidati sindaci vorranno venire a trovarci, per farci raccontare che tipo di città hanno in mente, se nella loro idea hanno spazio l’Appia, il Grab e la qualità della vita e come intendono portare avanti questo tipo di politica". Scrittori, storici, archeologi, giornalisti, naturalisti, docenti universitari, economisti racconteranno la loro Appia nel corso di lezioni itineranti, guidandoci tra i monumenti, le iscrizioni, le rovine e il paesaggio dell’Appia, approfondendo avvenimenti storici, leggende e particolarità che la vedono coinvolta.

Carlo Infante, Andrea Satta, Walter Tocci, Mario Tozzi, Sandro Polci, Paolo Gandolfi, Daniele Archibugi, Marco Patucchi, Roberto Carvelli, Silvia Orlandi, Alessio De Cristofaro, Rachele Dubbini, Francesco Rutelli, Umberto Pessolano e Rita Paris ci guideranno tra i monumenti, le iscrizioni, le rovine e il paesaggio dell’Appia restituendoci parte delle storie che vi sono custodite, evocando curiosità, ricordi e fatti che hanno segnato la storia di Roma e dell’Italia. L’iniziativa è curata da Legambiente in collaborazione con VeloLove, Marmorata169, Urban Experience, Terre Italia Onlus. Ogni racconto durerà circa 30-45 minuti. Il primo appuntamento è all’alba, alle 5.56, poi si va avanti narrazione dopo narrazione fin quasi al tramonto sempre con partenza dal Mausoleo di Cecilia Metella o dall’ex Cartiera Latina.

Per gli amanti della bici, tra le varie proposte in programma ci sono i GrabAppia small and large, due tour alla scoperta della città lungo la ciclovia, aperti a tutti e organizzati da VeloLove in collaborazione con Legambiente e Touring Club. Si può scegliere tra la versione small di 8 chilometri (2 ore circa) e quella large che ne prevede 25 (circa 3 ore). La prima è perfetta per i bambini, in strade completamente chiuse al traffico (dalla Valle della Caffarella si passa dalle Catacombe di San Callisto e di San Sebastiano e dal Mausoleo di Cecilia Metella). Il giro lungo è un po’ impegnativo, ma la bellezza dei luoghi rende agili le gambe: si percorre un lungo tratto della Regina Viarum, si costeggia l’ininterrotta successione di archi di trionfo degli antichi Acquedotti Romani e poi – attraverso Tor Fiscale – si raggiunge nuovamente la Caffarella. Partenza alle 9.30 da Largo Tacchi Venturi (Valle della Caffarella – Metro Colli Albani). Dalle 10 alle 13, nei dintorni del Mausoleo di Cecilia Metella, invece, la passeggiata è a ritmo di musica. Per romani e turisti, tutti rigorosamente a piedi o in bicicletta, suonano orchestre e band. La Banda della Scuola Popolare musica di Testaccio, Oretta Orengo e Piero Brega e il piccolo coro del Bosio, Luigi Ara con il suo sitar, il cantautore Jacopo Ratini, i P.h.a.k.e, e poi i cinque giovani artisti Rachele Marinelli, Federico Baroni, Ambra Pellegrini, Mara Graziano e Giuseppe Avellis.

La musica e l’alternanza di ritmi, strumenti, parole e generi diversi non potevano, infatti, mancare in questa giornata speciale, volta a far vivere l’Appia non solo di testimonianze del passato ma come luogo in cui si concretizzi una nuova idea di città, che sappia tutelare le persone, i luoghi e la cultura. Tutta un’altra musica per Roma! Dalle 16 alle 19, sempre nei dintorni del Mausoleo di Cecilia Metella, la festa continua con un happening musicale a zero impatto acustico: "Il pifferaio magico", silent disco per bambini e adulti con musica trasmessa in cuffie wireless gentilmente offerte da SilentArena Italia e alimentata a pedali da un generatore portatile.