Auguri, per un 2016 pieno di speranza e fiducia – di Aldo Di Biagio

Questo Natale io e la mia famiglia abbiamo messo le luci fuori dal balcone di casa. Non lo facevamo da anni. Può sembrare strano in tempi così difficili per tutti, dove troppo spesso si aggira tra le persone e nella società un’ombra di rassegnazione e sfiducia. Più che comprensibili i sentimenti che muovono questi stati d’animo. La certezza di un presente difficile da affrontare unita all’incertezza di un futuro dai contorni spesso sfumati, in un clima globale dove la parola che ricorre più frequentemente è "paura".

Ma in questo scenario dalle tinte opache il coraggio più grande è forse quello di attendere questo nuovo anno come una nuova luce. Una fiamma ancora piccola che da sola non basta a riaccendere il fuoco della speranza, ma che è pur sempre un segno tangibilmente positivo. Un dato certo da cui ricominciare a costruire e ricostruire, con costanza ed impegno.

Comincia a delinearsi all’orizzonte un segnale di concreta fiducia. Ecco, fiducia, questa dovrebbe essere la parola intorno alla quale immaginare questo nuovo anno. Quella che troppo spesso manca in una società dove persino i giovani depongono le armi prima del tempo e dove si fa fatica a sognare, a trovare spunti e motivazioni. Soprattutto a loro "dedico" le luci della mia casa: per infondere forza e coraggio, che vanno sicuramente accompagnati da responsabilità e concretezza.

Le parole da sole non possono e non debbono bastare, è necessario un percorso di autocoscienza che parta da noi stessi e che ci porti ad apprezzare con rinnovato vigore quanto di bello ci circonda e quanto di bello più essere fatto e sognato.

Si sente nell’aria anche il bisogno di ritrovare una serenità che deve partire dal credere molto di più in noi stessi, nelle nostre capacità, nel valore fondamentale della famiglia, della nostra cultura e tradizione. Come capisaldi di un’identità che in momenti come questi deve diventare riferimento e certezza, da cui partire ed in cui rifugiarsi per poter poi guardare oltre i limiti del presente ed immagine un futuro diverso.

Accompagnati da queste semplici riflessioni, voglio esprimere a voi tutti gli auguri per un Santo Natale con la serenità nel cuore, e un 2016 pieno di rinnovata fiducia e concreta speranza.

*senatore Ap, eletto nella ripartizione estera Europa