Governo, Tajani: “Salvini si muove come leader della Lega, non del centrodestra”

Il presidente del parlamento europeo, uomo vicinissimo a Berlusconi: “La strada maestra per noi è sempre la stessa: un governo di centrodestra che vada a cercare i voti in Parlamento su 5-6 cose da fare. Non abbiamo cambiato idea”

Antonio Tajani

Antonio Tajani, presidente del Parlamento europeo, in una intervista al Corriere della Sera commenta il tentativo di Lega e M5S di formare un esecutivo: “Credo che Salvini si stia rendendo conto che aveva ragione Berlusconi quando diceva che sarebbe stato difficile fare un governo con il M5S, perché abbiamo diverse visioni della democrazia”, osserva Tajani, esponente di Forza Italia vicinissimo a Silvio Berlusconi.

Per il presidente dell’Europarlamento “le difficoltà all’orizzonte sono abbastanza evidenti. A partire dal fatto che non si capisce perché l’Italia debba essere governata ancora una volta da un premier non scelto dal popolo”.

“Per noi – prosegue – la strada maestra è sempre la stessa: un governo di centrodestra che vada a cercare i voti in Parlamento su 5-6 cose da fare. Non abbiamo cambiato idea”.

Ancora, sulla coalizione di centrodestra: “In questo tentativo di formare un governo non si può certo dire che il centrodestra sia unito. La coalizione è in piedi e resta unita per un grande atto di generosità verso il Paese da parte di Berlusconi, ma Salvini si sta muovendo in questa fase di trattativa per il governo come leader e capo della Lega, non del centrodestra. Vedremo cosa succederà nei prossimi giorni. Sperando si faccia il bene dell’Italia, in primo luogo”.